Amplificatore: differenze tra le versioni

m
(Sez vuota)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
 
=== Blocco amplificatore ===
Nella progettazione di apparecchiature elettroniche complesse, costituite da molteplici funzioni circuitali interagenti fra di loro (pensiamo ada un [[oscilloscopio]] o ada un [[hard disk]]), il costruttore, per agevolarne il progetto, l'ingegnerizzazione ed i successivi interventi di manutenzione, usa suddividere l'intero [[schema elettrico]] dell'apparecchio in blocchi distinti fra di loro, ognuno preposto a svolgere una precisa funzione. Fra questi, possono esserci uno o più circuiti di amplificazione ognuno dei quali, nella documentazione tecnica fornita dal costruttore, sarà identificato secondo la funzione svolta.
 
Un esempio di apparecchio complesso contenente più circuiti amplificatori è l'obsoleto [[televisore]] a [[tubo catodico]]; uno di questi serve ad amplificare il debole segnale proveniente dall'antenna, un secondo serve ad amplificare il segnale audio necessario per gli altoparlanti, un terzo serve ad amplificare il segnale costituente l'immagine, prima di essere inviata alle bobine di deflessione poste sul collo del tubo catodico. Sono circuiti che funzionano con tensioni, correnti e frequenze diverse, ma sono tutti circuiti amplificatori.
 
==Efficienza==
Ogni amplificatore, a seconda della sua classe di funzionamento ha un'efficienza teorica massima, determinata nel seguente modo: si applica in ingresso il massimo segnale sinusoidale tale che in uscita si abbia la massima potenza senza [[distorsione (fisica)|distorsione]]; si misura la potenza sul carico; si misura la potenza erogata dall'alimentatore. Si calcola il rapporto fra la potenza ricevuta dal carico e la potenza erogata.
Si calcola il rapporto fra la potenza ricevuta dal carico e la potenza erogata.
 
==Voci correlate==
2 395

contributi