Differenze tra le versioni di "Terza via"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  9 mesi fa
m
Bot: coerenza apici e modifiche minori
m (Bot: coerenza apici e modifiche minori)
 
[[File:Clinton Blair.jpg|thumb|[[Bill Clinton]] e [[Tony Blair]], due noti esponenti della "''Third Way''"]]
La [[locuzione]] '''terza via''' (in inglese: ''Third Way'') si riferisce a diverse posizioni [[Politica|politiche]] [[Trasversalismo|trasversali]] impegnate nell'elaborazione di una moderna posizione intermedia tra [[Destra (politica)|destra]] e [[Sinistra (politica)|sinistra]]<ref>https://formiche.net/2014/12/renzi-blair-parla-pellicani/</ref><ref>https://qds.it/18325-la-terza-via-e-quella-che-serve-htm/</ref> – da non confondere con il [[centrismo]], termine riconducibile ad un concetto maggiormente ampio – al fine di individuare
un efficace compromesso di giustizia sociale, pari opportunità, valorizzazione del merito, dell’iniziativa privata, tra le politiche economiche [[Liberismo|liberiste]] e quelle ispirate al [[socialismo]].<ref>Bobbio, Norberto; Cameron, Allan.''Left and right: the significance of a political distinction''. University of Chicago Press, 1997. ISBN 0-226-06245-7, ISBN 978-0-226-06245-7. Pp. 8.</ref>
 
Esiste una variante della terza via che vede le politiche [[centrismo|centriste]] sotto un'ottica [[socialdemocrazia|socialdemocratica]]. È stata infatti spesso promossa dai suoi esponenti come un'alternativa sia tra capitalismo e forme tradizionali di socialismo, tra cui socialismo marxista e socialismo di Stato, posizioni che la terza via socialdemocratica rifiuta<ref name="N.D. Arora. 2010">N.D. Arora. ''Political Science for Civil Services Main Examination''. Tata McGraw-Hill Education, 2010. 9.22.</ref>. Si fa invece sostenitrici di idee come il socialismo etico, il riformismo e il [[gradualismo]] – che includono l'umanizzazione del capitalismo, un'[[economia mista]], un pluralismo politico e una democrazia liberale<ref name="N.D. Arora. 2010"/>.
 
Questa posizione è stata spesso difesa dai suoi esponenti e presentata così come una forma di "socialismo competitivo" – un'ideologia che si pone a cavallo tra il socialismo tradizionale e il capitalismo<ref>Daniel Döring. ''Is ‘Third Way'Way’ Social Democracy Still a Form of Social Democracy?''. Norderstedt, Germany: GRIN Verlag, 2007. Pp. 3.</ref>. Uno dei più noti sostenitori di questa teoria economica, [[Anthony Giddens]], ha pubblicamente sostenuto una possibile forma modernizzata del socialismo che si ponesse al confine tra la liberaldemocrazia e la socialdemocrazia, e che vedesse il socialismo tradizionale invece come un socialismo di Stato dove la gestione economica è imperfetta<ref name="Flavio Romano 2006. Pp. 3-4">Flavio Romano. Clinton and Blair: the political economy of the third way. Oxon, England, UK; New York, New York, USA: Routledge, 2006. Pp. 3-4.</ref>.
 
== Note ==
3 136 516

contributi