Differenze tra le versioni di "Ponticelli (Napoli)"

m
'
m (Annullate le modifiche di 93.67.198.157 (discussione), riportata alla versione precedente di Mr buick)
Etichetta: Rollback
m (')
Dal 2015, il quartiere Ponticelli è interessato da un programma di riqualificazione artistica e rigenerazione sociale curato da INWARD Osservatorio sulla Creatività Urbana e avviato nel complesso residenziale Parco Merola, nel tempo divenuto noto come Parco dei Murales e oramai meta di numerosi turisti e appassionati di [[Arte di strada|street art]], nonché sede di laboratori per i bambini e i ragazzi, set per produzioni televisive e cinematografiche e altro ancora che sta lentamente ricreando autostima nei residenti.
 
Al 2017 sono state realizzate le prime otto grandi opere inserite in ampi programmi sociali e culturali: “Ael. Tutt'egual song' e criature” di [[Jorit Agoch]]; “A' pazziella ‘n'n man e' criature” di ZED1; “Lo trattenimento de' peccerille” di Mattia Campo Dall'Orto; “Chi è vuluto bene nun s'o scorda” di Rosk&Loste; “‘A“'A Mamm’Mamm' ‘e'e Tutt’Tutt' ‘e'e Mamm'” de La Fille Bertha; ”Je sto vicino a te” di Daniele Nitti; <nowiki>'''</nowiki>O sciore cchiù felice<nowiki>''</nowiki> di Fabio Petani e <nowiki>''</nowiki>Cura 'e paur<nowiki>''</nowiki> di Zeus40. Le opere hanno ricevuto il supporto misto da enti pubblici, privati e no-profit sia locali sia nazionali.
 
II Parco dei Murales è stato presentato al pubblico diverse volte ed è la prima destinazione di periferia ad essere stata inserita sul portale dell'[[Aeroporto di Napoli-Capodichino|Aeroporto Internazionale di Napoli - Capodichino]].