Differenze tra le versioni di "Contrattazione collettiva"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  2 mesi fa
nessun oggetto della modifica
La '''contrattazione collettiva''', nel [[diritto del lavoro in Italia]], indica accordi e vincoli contrattuali stipulati tra le parti interessate, dal quale scaturiscono degli accordi autonomi (chiamati [[contratto collettivo di lavoro|contratti collettivi di lavoro]]) con cui si stabiliscono i parametri e le regole fondamentali cui dovranno attenersi i [[contratto individuale di lavoro|contratti di lavoro individuali]].
 
La '''contrattazione decentrata''' è un altro tipo di contratto collettivo - previsto solo per la [[pubblica amministrazione italiana]] - che contiene disposizioni e norme di carattere accessorio al contratto principale, solitamente di tipo [[indennità]]|indennitario]] ed economico.
 
Avendo forza di legge, opera diversamente dai contratti e patti fra privati: non contempla un diritto di recesso alle parti contraenti, esercitabile nel preavviso e con le eventuali penali che un contratto può prevedere. Dopo la firma, è vincolante fino al successivo rinnovo.
Utente anonimo