Differenze tra le versioni di "Giuseppe Bruscolotti"

nessun oggetto della modifica
 
== Biografia ==
Nasce il 1 Giugnogiugno 1951 a [[Sassano]], paese sito nel [[Vallo di Diano]] a sud della [[provincia di Salerno]].
Nel 1985, forte della grande amicizia e della causa sociale-giovanile napoletana, ha fondato insieme a [[Diego Armando Maradona]] la "''Scuola Calcio Maradona-Bruscolotti''" sita a [[San Sebastiano al Vesuvio]]. Successivamente è diventata solo "''Scuola Calcio Bruscolotti''" di cui è presidente e istruttore tecnico con l'obiettivo di togliere i ragazzini dalle cattive tentazioni della strada.
 
==Carriera==
Cresciuto nella Pollese, si mise in luce giovanissimo con la maglia del {{Calcio Sorrento|NB}} con cui alla prima stagione da professionista, guidato da [[Giancarlo Vitali (calciatore)|Giancarlo Vitali]], fu promosso in [[Serie B]] vincendo il [[Serie C 1970-1971#Girone C|campionato di terza serie]], con la miglior difesa del torneo che subisce in totale solo dodici reti. Nella stagione successiva, [[Serie B 1971-1972|1971-1972]], gioca tutte le 38 partite del torneo cadetto senza riuscire a evitare le retrocessione del club.<ref>[http://www.ilgiorno.it/lecco/cronaca/locale/2009/10/11/244901-prima_sorrento_sulle_rive_lario.shtml La prima del Sorrento sulle rive del Lario] ilgiorno.it</ref>
[[File:Serie A 1984-85 - Napoli vs Inter - Ferrario, Bruscolotti, Rummenigge.jpg|thumb|Bruscolotti in azione durante Napoli-[[Inter]] (3-1) del 21 aprile 1985, tra [[Moreno Ferrario|Ferrario]] e il nerazzurro [[Karl-Heinz Rummenigge|Rummenigge]].]]
 
Nell'annata [[Società Sportiva Calcio Napoli 1972-1973|1972-73]] fu ingaggiato dal {{Calcio Napoli|NB}} con il quale esordì in [[Serie A]] il 24 settembre 1972 in un incontro vinto per 1-0 contro la {{Calcio Ternana|NB}}. In sedici anni con la maglia azzurra, fino alla stagione [[Serie A 1987-1988|1987-1988]], disputa 511 partite ottenendo il primato assoluto di presenze con i partenopei – ha a lungo detenuto anche il record di presenze in massima serie con il club campano, avendone collezionato 387 –, indossando anche la fascia di capitano della squadra per lungo tempo, prima di cederla a [[Diego Armando Maradona]], e realizzando 11 gol: i più importanti furono quello allo [[stadio San Paolo]] contro i belgi dell'{{Calcio Anderlecht|NB}} nella semifinale di andata della [[Coppa delle Coppe 1976-1977]], non sufficiente tuttavia per accedere alla finale, e quello segnato nella gara di ritorno della vittoriosa finale di [[Coppa di Lega Italo-Inglese 1976]] vinta dal Napoli contro il {{Calcio Southampton|NB}}.
 
Con la maglia del Napoli, Bruscolotti ha vinto uno [[scudetto (sport)|scudetto]], due [[Coppa Italia|Coppe Italia]] e una [[Coppa di Lega Italo-Inglese]].<ref name="Ciccarelli"/><ref>[http://www.tuttonapoli.net/amarcord/giuseppe-bruscolotti-il-capitano-2561 Giuseppe Bruscolotti : IL CAPITANO - Tutto Napoli]</ref> Con 511 partite giocate ha detenuto a lungo il record assoluto di presenze con gli azzurri, superato nel 2018 da [[Marek Hamšík]], e tuttora vanta il primato di gare in [[Coppa Italia]] (96) con i campani.
 
== Statistiche ==
Utente anonimo