Differenze tra le versioni di "Utente:Pat O'Brien/Sandbox4"

[[File:Wimpy TJB.jpg|thumb|right|La copertina di una tipica bibbia di Tijuana. Questa presenta [[Poldo Sbattono]] (in inglese ''J. Wellington Wimpy''), ed è disegnata nello stile dell'anonimo "Mr. Prolific".]]
 
* All'inizio della [[graphic novel]] ''[[Watchmen]]'', l'attuale [[Spettro di Seta#Laurie Juspeczyk|Spettro di Seta (Laurie Juspeczyk)]] fa visita a sua madre (l'originale [[Spettro di Seta#Sally Jupiter|Spettro di Seta, Sally Jupiter]]) e legge brevemente una bibbia di Tijuana che ritrae quest'ultima. Sally lo trova lusinghiero e lo conserva come memoria del suo passato di sex symbol, ma Laurie trova il fumetto osceno. La stessa bibbia di Tijuana viene successivamente regalata al [[Gufo Notturno#Daniel Dreiberg|secondo Gufo Notturno (Daniel Dreiberg)]], data la sua attuale natura di oggetto di novità da collezione oltre che regalo per Daniel in quanto suo fan in passato. Queste scene sono presenti nella versione cinematografica della graphic novel.
* [[Will Eisner]] presenta le bibbie di Tijuana nelle prime pagine del suo fumetto ''[[Il sognatore (fumetto)|Il sognatore]]'', anche se non viene mostrato nulla di esplicito. Il suo protagonista Billy è un giovane artista in cerca di lavoro a cui viene offerto il compito di illustrarli da uno stampatore e un mafioso. È scioccato e infuriato e chiede se sono legali. La vignetta serve a focalizzare il conflitto tra il sogno del personaggio e la realtà, ma anche tra la produzione comica legittima e quella illecita. Sconsolato, Billy dice che ci penserà su<ref>Eisner, Will, (1986). Pgs 5–6. ''The Dreamer'' {{ISBN|978-0-393-32808-0}}</ref>. Il tema ricorda un episodio di vita reale descritto da Eisner in cui un losco uomo d'affari di [[Brooklyn]] gli chiese di disegnare per delle pubblicazioni simili al prezzo di 3 $ a pagina, che all'epoca erano un buon prezzo.
* [[Joe Shuster]] ha disegnato illustrazioni simili alle bibbie di Tijuana per una serie a fumetti erotica underground a tema [[bondage]] chiamata ''[[Nights of Horror]]'' nei primi anni '50. I suoi personaggi maschili ricordano fortemente [[Superman]], e alcuni dei suoi personaggi femminili assomigliano a [[Lois Lane]]. Migliaia di copie di ''Nights of Horror'' sono state sequestrate durante un raid della polizia in una libreria di [[Times Square]], ma il nome di Shuster non è venuto alla luce nell'accusa<ref>{{cite book|author1=Yoe, Craig |author2=Shuster, Joe |author3=Lee, Stan |title=''Secret Identity: The Fetish Art of Superman's Co-creator Joe Shuster''|publisher=Abrams ComicArts |year=2009|pages=|isbn=978-0-8109-9634-2}}</ref><ref>{{cite news | last = Colton | first = D | title = '''Superman' artist's bizarro world exposed'' | newspaper = [[USA Today]] | date = 2009-04-13 | accessdate = 2009-04-22 | url = https://www.usatoday.com/printedition/life/20090413/superracy13_st.art.htm }}</ref>.
* Il personaggio di Duddy Kravitz dal romanzo canadese semi-autobiografico del 1959 ''[[L'apprendistato di Duddy Kravitz]]'' di [[Mordecai Richler]] vende bibbie di Tijuana ai suoi compagni di scuola superiore, alcune con Dick Tracy , dopo averle acquistate in blocco da un venditore di una edicola che gli assegnò una piccola parte del città come territorio di vendita. Viene a sapere che il giornalista è stato arrestato, poi va nel panico e distrugge tutte le bibbie.
* Nel romanzo del 2006 ''[[Acqua agli elefanti]]'', il termine "eight pagers" è menzionato in diversi punti, uno di questi quando Kinko il nano viene sorpreso a masturbarsi da Jacob Jankowski mentre legge una bibbia di Tijuana su Braccio di Ferro.
* Il romanzo del 1996 The''[[Il Greenmiglio Mileverde (romanzo)|Il miglio verde]'' di [[Steven King ]], presenta una scena in cui la guardia Percy Wetmore viene sorpresa a leggere una Bibbiabibbia di Tijuana con il personaggio immaginario "Lotta Leadpipe", e gli viene chiesto cosa ne penserebbe sua madre di questo materiale; questo è inclusopresente nella versione cinematografica .
* Un episodio del 1954 di Dragnet ("The Big Producer") aveva Sgt. Joe Friday che rompe un circolo vizioso del liceo che include un adolescente (interpretato da Martin Milner ) che vende otto pagine dal suo armadietto della scuola. Sono chiamati "libri di scherzi" dal venditore. Il termine "Bibbia di Tijuana" è stato usato nell'episodio di Dragnet del 1968 "The Starlet".
* Durante il sesto anno (2007) del webcomic Something Positive , il protagonista Davan MacIntire scopre che l'uomo da cui prende il nome, un cugino di suo nonno, aveva lavorato come scrittore / artista delle bibbie di Tijuana alla fine degli anni '30. Randy Milholland , il creatore di Something Positive , ha poi creato una serie spin-off chiamata Something Positive 1937 [36] per raccontare la storia del primo Davan.