Differenze tra le versioni di "Utente:Pat O'Brien/Sandbox4"

[[File:Wimpy TJB.jpg|thumb|right|La copertina di una tipica bibbia di Tijuana. Questa presenta [[Poldo Sbattono]] (in inglese ''J. Wellington Wimpy''), ed è disegnata nello stile dell'anonimo "Mr. Prolific".]]
 
* All'inizio della [[graphic novel]] ''[[Watchmen]]'', l'attuale [[Spettro di Seta#Laurie Juspeczyk|Spettro di Seta (Laurie Juspeczyk)]] fa visita a sua madre (l'originale [[Spettro di Seta#Sally Jupiter|Spettro di Seta, Sally Jupiter]]) e legge brevemente una bibbia di Tijuana che ritrae quest'ultima. Sally lo trova lusinghiero e lo conserva come memoria del suo passato di sex symbol, ma Laurie trova il fumetto osceno. La stessa bibbia di Tijuana viene successivamente regalata al [[Gufo Notturno#Daniel Dreiberg|secondo Gufo Notturno (Daniel Dreiberg)]], data la sua attuale natura di oggetto di novità da collezione oltre che regalo per Daniel in quanto suo fan in passato. Queste scene sono presenti nella [[Watchmen (film)|versione cinematografica della graphic novel]].
* [[Will Eisner]] presenta le bibbie di Tijuana nelle prime pagine del suo fumetto ''[[Il sognatore (fumetto)|Il sognatore]]'', anche se non viene mostrato nulla di esplicito. Il suo protagonista Billy è un giovane artista in cerca di lavoro a cui viene offerto il compito di illustrarli da uno stampatore e un mafioso. È scioccato e infuriato e chiede se sono legali. La vignetta serve a focalizzare il conflitto tra il sogno del personaggio e la realtà, ma anche tra la produzione comica legittima e quella illecita. Sconsolato, Billy dice che ci penserà su<ref>Eisner, Will, (1986). Pgs 5–6. ''The Dreamer'' {{ISBN|978-0-393-32808-0}}</ref>. Il tema ricorda un episodio di vita reale descritto da Eisner in cui un losco uomo d'affari di [[Brooklyn]] gli chiese di disegnare per delle pubblicazioni simili al prezzo di 3 $ a pagina, che all'epoca erano un buon prezzo.
* [[Joe Shuster]] ha disegnato illustrazioni simili alle bibbie di Tijuana per una serie a fumetti erotica underground a tema [[bondage]] chiamata ''[[Nights of Horror]]'' nei primi anni '50. I suoi personaggi maschili ricordano fortemente [[Superman]], e alcuni dei suoi personaggi femminili assomigliano a [[Lois Lane]]. Migliaia di copie di ''Nights of Horror'' sono state sequestrate durante un raid della polizia in una libreria di [[Times Square]], ma il nome di Shuster non è venuto alla luce nell'accusa<ref>{{cite book|author1=Yoe, Craig |author2=Shuster, Joe |author3=Lee, Stan |title=''Secret Identity: The Fetish Art of Superman's Co-creator Joe Shuster''|publisher=Abrams ComicArts |year=2009|pages=|isbn=978-0-8109-9634-2}}</ref><ref>{{cite news | last = Colton | first = D | title = '''Superman' artist's bizarro world exposed'' | newspaper = [[USA Today]] | date = 2009-04-13 | accessdate = 2009-04-22 | url = https://www.usatoday.com/printedition/life/20090413/superracy13_st.art.htm }}</ref>.
* Il personaggio di Duddy Kravitz dal romanzo canadese semi-autobiografico del 1959 ''[[L'apprendistato di Duddy Kravitz]]'' di [[Mordecai Richler]] vende bibbie di Tijuana ai suoi compagni di scuola superiore, alcune con Dick Tracy , dopo averle acquistate in blocco da un venditore di una edicola che gli assegnò una piccola parte del città come territorio di vendita. Viene a sapere che il giornalista è stato arrestato, poi va nel panico e distrugge tutte le bibbie.
* Nel romanzo del 2006 ''[[Acqua agli elefanti]]'', il termine "eight pagers" è menzionato in diversi punti, uno di questi quando Kinko il nano viene sorpreso a masturbarsi da Jacob Jankowski mentre legge una bibbia di Tijuana su Braccio di Ferro.
* Il romanzo del 1996 ''[[Il miglio verde (romanzo)|Il miglio verde]]'' di [[Steven King]], presenta una scena in cui la guardia Percy Wetmore viene sorpresa a leggere una bibbia di Tijuana con il personaggio immaginario "Lotta Leadpipe", e gli viene chiesto cosa ne penserebbe sua madre di questo materiale; questo è presente nella [[Il miglio verde (film)|versione cinematografica del romanzo]].
* Un episodio del 1954 di Dragnet ("The Big Producer") aveva Sgt. Joe Friday che rompe un circolo vizioso del liceo che include un adolescente (interpretato da Martin Milner ) che vende otto pagine dal suo armadietto della scuola. Sono chiamati "libri di scherzi" dal venditore. Il termine "Bibbia di Tijuana" è stato usato nell'episodio di Dragnet del 1968 "The Starlet".
* Durante il sesto anno (2007) del webcomic Something Positive , il protagonista Davan MacIntire scopre che l'uomo da cui prende il nome, un cugino di suo nonno, aveva lavorato come scrittore / artista delle bibbie di Tijuana alla fine degli anni '30. Randy Milholland , il creatore di Something Positive , ha poi creato una serie spin-off chiamata Something Positive 1937 [36] per raccontare la storia del primo Davan.