Differenze tra le versioni di "Programma Buran"

+citazione
(Recupero di 1 fonte/i e segnalazione di 0 link interrotto/i.) #IABot (v2.0.7)
(+citazione)
 
Il Buran fu il più costoso e ambizioso programma spaziale dell'Unione Sovietica. Si consideri infatti che nel progetto furono impiegate - in modo diretto o indiretto - più di 1 milione di persone in 1286 enti e aziende. Il costo totale del progetto si stima in circa 16,4 miliardi di [[rublo sovietico|rubli]].
 
Nel [[1992]], la [[dissoluzione dell'Unione Sovietica]] causò la cancellazione del programma Buran e le navette allora in fase di assemblaggio vennero smantellate o semplicemente abbandonate. Il 12 maggio [[2002]] il crollo del soffitto dell'hangar a [[Cosmodromo di Bajkonur|Bajkonur]] in cui era collocata causò la distruzione dell'unica navetta completa esistente.<ref>{{Cita news|lingua=en-GB|url=http://news.bbc.co.uk/2/hi/science/nature/1985631.stm|titolo=Russia's space dreams abandoned|data=2002-05-13|accesso=2020-12-08}}</ref>
[[File:Soyuz, Space Shuttle, Buran comparison.svg|thumb|upright=1.4|Comparazione tra il [[Sojuz (lanciatore)|Sojuz]], lo [[Space Shuttle]] e il Buran-Energia.]]
L'unico esemplare di Buran rimasto quasi integro è il [[Buran 1.02]], attualmente ricoverato a Bajkonur. Sono poi tuttora conservati diversi veicoli di prova, tra cui il tester statico [[OK-TVA]], esposto nel parco fieristico [[Esposizione delle conquiste dell'economia nazionale|VDNCh]] a [[Mosca (Russia)|Mosca]], e il tester aereo OK-GLI, oggi al museo dello spazio di [[Spira (Germania)|Spira]], presso [[Francoforte sul Meno]], dove fu trasportato nel 2008 con delle chiatte fluviali sul fiume [[Reno (Germania)|Reno]].<ref>{{cita web|url=http://www.k26.com/buran/Future/energia_-_buran_-_where_are_th.html|titolo=Energia-Buran: where are they?|editore=www.k26.com|accesso=9-2-2016}}</ref>
9 800

contributi