Differenze tra le versioni di "Malattia acuta da radiazione"

Corretta la punteggiatura, aggiustate alcune frasi prolisse o contorte.
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
(Corretta la punteggiatura, aggiustate alcune frasi prolisse o contorte.)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
 
== Tavola che correla i livelli di esposizione ai sintomi ==
Negli [[Stati Uniti d'America|USA]] è stata elaborata la tavola "ALI" (Annual Limit on Intake), o "Limite Annuoannuo nella Dosedose") che è un limite derivato per la quantità di [[materiale radioattivo]] assorbito dal corpo di un lavoratore adulto sia per inalazione che per ingestione in un anno.
 
ALI è il valore più piccolo ammissibile di ingestione di un determinato radionuclide durante un anno, assunto dall'uomo di riferimento, che provocherebbe un danno equivalente a quello di una dose di irraggiamento unico totale di 5 rem (0,05&nbsp;[[Sievert|Sv]]) o un danno equivalente all'irraggiamento di un singolo organo con 50 rem (0,5&nbsp;Sv), per qualsiasi organo o tessuto specifico.<ref>[http://www.nrc.gov/reading-rm/basic-ref/glossary/annual-limit-on-intake-ali.html NRC: Glossary - Annual limit on intake (ALI)]</ref>
 
; da 0,001 a 0,01 Sv (da 0,1 a 1 rem)
: Si calcola che [[Fisiologia|fisiologicamente]] il corpo è esposto a 0,1 millirem in 24 ore (pari a circa 0,036 rem in un anno): una parte di questa è ineliminabile, poiché viene emanata, per esempio, dall'isotopo radioattivo del [[potassio]] naturale (K40), presente all'interno di ogni cellula umana, irradiandoche irradia quotidianamente tutto il corpo dall'interno<ref>[http://www.ead.anl.gov/pub/doc/potassium.pdf Potassium (pdf)]</ref><ref>[https://www.fourmilab.ch/documents/k40.html Potassium-40 and the Evolution of Higher Life] - by John Walker (1996)</ref>. Volendo eliminare tutto il potassio (radioattivo e non), si provocherebbe morte per [[edema]] congestizio, [[ipertensione arteriosa]] e debolezza muscolare, oltre a insufficienza cardiaca.
 
: Il principale elemento radioattivo estraneo all'organismo, che si trova nell'ambiente, specialmente in aree con qualche tipo di vulcanismo oppure faglie sismiche, è il gas [[radon]]. Questo gas, prodotto del decadimento del Radioradio, è più pesante dell'aria e si accumula nelle parti più declivi delle valli, specialmentesoprattutto in sotterranei e primi piani non ben ventilati. Esistono in commercio dispositivi in grado di rilevare il gas radon.
 
: Specialmente nelleNelle aree con [[Granito|rocce granitiche]] o [[Basalto|basaltiche]], che hanno subito un intenso metamorfismo all'interno della [[crosta terrestre]], un contributo alla dose annuale è fornito dagli isotopi radioattivi quali il [[torio]], l'[[uranio]] e il [[radio (elemento chimico)|radio]]. Questo contributo varia da luogo a luogo e dipende dalladal tipologiatipo di minerali presenti nel suolo circostante o nei materiali da costruzione utilizzati (come il [[tufo]]).
 
: Ogni ora di volo in aerei di linea<ref>[http://www.straightdope.com/columns/read/214/is-exposure-to-cosmic-rays-during-cross-country-flight-dangerous The Straight Dope: Is exposure to cosmic rays during cross-country flight dangerous?<!-- Titolo generato automaticamente -->]</ref><ref>{{cita web|url=http://www.epa.gov/radtown/cosmic.html|titolo=Cosmic Radiation During Flights}}</ref>, alla quota usuale di 10.000&nbsp;[[metro|m]], sottopone l'organismo a irradiazione di [[raggi cosmici]] gamma di valore variabile in funzione anche delle tempeste solari e con valori compresi tra [[Raggio cosmico|radiazioni]] da 0,1 a 1 millirem/h (massime nel [[Concorde]] che volava a 20.000&nbsp;m), e dunque 10 ore di volo intercontinentale possono dare dosi complessive superiori a 1 millirem, e in 100 voli/anno si possono totalizzare anche 0,300 rem/anno o più<ref>[https://www.hps.org/ HPS] {{Webarchive|url=https://web.archive.org/web/20190503152725/http://hps.org/ |date=3 maggio 2019 }}: [https://www.hps.org/publicinformation/ate/faqs/commercialflights.html Radiation Exposure During Commercial Airline Flights] {{Webarchive|url=https://web.archive.org/web/20190506203827/http://hps.org/publicinformation/ate/faqs/commercialflights.html |date=6 maggio 2019 }}</ref>. La dose è frazionata, e dunqueperciò dovrebbe indurre meno rotture cromosomiche e meno stress da [[Radicale libero|radicali liberi dell'ossigeno]].
 
: {{chiarire|Recentemente|quando?}}, uno studio canadese ha suggerito che una dose di 1 rem (0,01&nbsp;Sv) ricevuta su tutto il corpo in una sola giornata, comporta un aumento del rischio cumulativo per tutti i tipi di tumori del 3%.<ref>[https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9753011 First analysis of mortality and occupational radiation exposure based on the National Dose Registry of Canada.]</ref>
 
: Uno studio dell'[[IARC]] per stabilire glisugli effetti della dose cumulativa media (1,9 rem) ricevuta da 600.000 lavoratori dell'industria nucleare nel mondo, ha stabilito che i dati relativi alll'aumento della mortalità per tutte le cause, sonoè paragonabiliparagonabile a quelli dell'aumento della mortalitàquella nei dintorni di [[Hiroshima]].<ref>[http://www.smh.com.au/federal-politics/society-and-culture/dont-be-fooled-by-the-spin-radiation-is-bad-20110407-1d63z.html#ixzz2pgYQAAh5 Don't be fooled by the spin: radiation is bad] {{Webarchive|url=https://web.archive.org/web/20140312134447/http://www.smh.com.au/federal-politics/society-and-culture/dont-be-fooled-by-the-spin-radiation-is-bad-20110407-1d63z.html#ixzz2pgYQAAh5 |date=12 marzo 2014 }} (Peter Karamoskos)</ref>
 
; da 0,05 a 0,2 Sv (da 5 a 20 rem)
Nessun sintomo. Alcuni ricercatori sostengono che piccole dosi di radiazioni possano essere benefiche.<ref>{{Cita web |cognome=Luan |nome=Yuan-Chi |titolo=Chronic Radiation Is Beneficial to Human Beings |editore=The Science Advisory Board |url=http://www.scienceboard.net/community/perspectives.122.html |urlmorto=sì |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20100411074557/http://www.scienceboard.net/community/perspectives.122.html |dataarchivio=11 aprile 2010 }}</ref><ref>{{Cita web |titolo=Information on hormesis |editore=Health PHysics Society |url=https://hps.org/publicinformation/ate/q299.html |urlmorto=sì |urlarchivio=https://web.archive.org/web/20100410190149/http://hps.org/publicinformation/ate/q299.html |dataarchivio=10 aprile 2010 }}</ref><ref>{{Cita pubblicazione |cognome=Luckey |nome=Thomas |titolo=Nurture With Ionizing Radiation: A Provocative Hypothesis |rivista=Nutrition and Cancer |volume=34 |numero=1 |pp=1–11 |data=1999-05 |url=http://www.informaworld.com/smpp/content?content=10.1207/S15327914NC340101 |doi=10.1207/S15327914NC340101}}</ref>
 
: Negli Stati Uniti esiste un limite federale annuo di 50&nbsp;mSv, cheapplicabile è stato specificato per iai lavoratori esposti a sostanze e procedure radioattive. Nel [[Regno Unito]] il limite annuo per un lavoratore classificato come "operatore con radiazione" è di 20 mSv. In [[Canada]] e in [[Brasile]], il limite annuo massimo è di 50&nbsp;mSv (5.000 millirem), ma la dose massima che si può assumere in 5 anni è pari a soli 100&nbsp;mSv. Di solito i limiti specificati dalle compagnie private sono molto più stretti, in modo daper evitare qualsiasi violazione casuale dei limiti federali.<ref>{{Cita web |titolo=10 CFR 20.1201 Occupational dose limits for adults. |editore=United States Nuclear Regulatory Commission |data=21 maggio 1991 |url=http://www.nrc.gov/reading-rm/doc-collections/cfr/part020/part020-1201.html}}</ref>
 
; da 0,2 a 0,5 Sv (da 20 a 50 rem)
 
; da 0,5 a 1 Sv (da 50 a 100 rem)
: Malattia da raggi lieve con [[cefalea]] e un lievemodesto aumento del rischio di [[infezione]] causatacausato da alterazioni al [[sistema immunitario]]. Possibile la [[sterilità]] maschile temporanea.
 
; da 1 a 2 Sv (da 100 a 200 rem)
: L'"''avvelenamento radioattivo lieve''", comporta un 10% di [[mortalità]] dopo 30 giorni ([[Dose letale|LD]] 10/30). I sintomi tipici includono [[nausea]] da lieve a moderata (con un 50% di probabilità a 2&nbsp;Sv), con [[vomito]] occasionale, che comincia da 3 a 6 ore dopo l'irraggiamento e permane per circa un giorno. Questo episodio èÈ seguito da una fase latente che dura da 10 a 14 giorni, quando appaiono sintomi lievi di [[astenia]] e malessere generale (con un 50% di probabilità ai 2&nbsp;Sv). Il [[sistema immunitario]] va incontro a depressione, cosa che provoca un periodo di convalescenza esteso per molte infezioni comuni e un aumento del rischio di [[infezione opportunistica]]. Nel sessoNei maschilemaschi è comune la sterilità temporanea. L'[[aborto spontaneo]] oppure l'aumento di incidenza del [[parto prematuro]] si verifica comunemente nelle [[Gravidanza|donne incinte]].
 
; da 2 a 3 Sv (da 200 a 300 rem)
: L'"''avvelenamento radioattivo moderato''" comporta una [[mortalità]] del 35% dopo 30 giorni (LD 35/30). LaÈ comune la [[nausea]] continua è comune (nel 100% dei pazienti a 3&nbsp;Sv), con un rischio del 50% di vomito continuo a 2,8&nbsp;Sv. I sintomi cominciano da 1 a 6 ore dopo l'irraggiamento e durano da 1 a 2 giorni. Dopo di questo, esiste una fase latente che dura da 7 a 14 giorni, chee termina con la comparsa dei seguenti sintomi: perdita di capelli e peli su tutto il corpo (con il 50% di probabilità a 3&nbsp;Sv), stanchezza e malessere generale. Si verifica una perdita massiccia di [[Leucocita|globuli bianchi]], che aumenta molto il rischio di infezione (paragonabile alla fase più grave dell'[[AIDS]]). Esiste la possibilità di sterilità permanente nel sessonelle femminilefemmine. La [[convalescenza]], per una possibile ed eventuale guarigione, necessita di alcuni mesi.
 
; da 4 a 6 Sv (da 400 a 600 rem)
: L'"''avvelenamento acuto da radiazioni''", comporta un 60% di mortalità dopo 30 giorni (LD 60/30). La mortalità passa dal 60% a 4,5&nbsp;Sv fino a 90% a 6 Sv (a meno che al paziente si applichi una terapia medica intensiva). GliI intensigravi sintomi cominciano da circa un'ora a due ore dopo l'irradiazione e durano fino a 2 giorni. Dopo questo, esiste una fase latente che dura da 7 a 14 giorni, dopo di che appaiono sintomi simili a quelli dell'irraggiamento di 3–4&nbsp;Sv, con un'aumentata intensità. LaA questo punto la sterilità femminile definitiva è molto comune a questo punto. La convalescenza necessita da alcuni mesi fino ad un anno. La principale causa di morte (in genere da 2 a 12 settimane dopo l'irradiazione) sono le infezioni e l'[[Emorragia|emorragia interna]].
 
: Harry K. Daghlian, un fisico nucleare armeno-americano di 24 anni, venne irradiato con 510 rem (5,1&nbsp;Sv) di radiazione il 21 agosto [[1945]], durante un [[Demon core|esperimento di massa critica]]. All'epoca lavorava nel [[Los Alamos National Laboratory]] del [[Nuovo Messico]]. L'irradiazione provocò la morte dello scienziato 28 giorni dopo.
 
; da 6 a 10 Sv (da 600 a 1.000 rem)
: L'"''avvelenamento acuto di radiazioni''", comporta un 99% di mortalità dopo 14 giorni (LD 99/14). La sopravvivenza dipende dalla [[terapia intensiva]] medica. Il [[midollo osseo]] viene totalmente distrutto, dunque per garantire una discreta chanceprobabilità di vita è indispensabile il [[trapianto del midollo osseo]]. I tessuti gastrici e intestinali risultano gravemente danneggiati. I sintomi cominciano da 15 a 30 minuti dopo l'irradiazione e durano fino a 2 giorni. In seguito si ha una fase latente che dura da 5 a 10 giorni, dopo di che la persona muore per infezione o [[emorragia interna]]. Nei pochi casipazienti che recuperano, la guarigione necessita di parecchi anni e probabilmente non sarà mai completa.
 
: L'agricoltore brasiliano Devair Alves Ferreira ricevette una dose di circa 7,0&nbsp;Sv (700 rem) (da una sorgente [[Radioterapia|radioterapica]] di [[raggi gamma]] da [[Cesio-137]], abbandonata in una discarica), durante l'[[incidente di Goiânia]], ma riuscì a sopravvivere, forse in parte perché la dose era frazionata.
 
; da 10 a 50 Sv (da 1.000 a 5.000 rem)
: L'"''avvelenamento acuto radioattivo''", comporta un 100% di mortalità dopo 7 giorni (LD 100/7). Un'esposizione così alta porta alla comparsa di sintomi spontanei in un tempo che va da 5 a 30&nbsp;min. Dopo un'intensa [[Astenia|spossatezza]] e la comparsa di [[nausea]] immediata causata dall'attivazione diretta di recettori chimici presenti nel cervello (provocata da radicali liberi, metaboliti e proteine abnormi generati dall'irradiazione), si ha un periodo di alcuni giorni di relativo benessere, chiamato fase latente (o "[[fase del fantasma che cammina]]"). Dopo questa settimana, si ha una massiccia morte di cellule nel tessuto gastrico e intestinale, causando [[diarrea]] massiva, sanguinamento intestinale e perdita di acqua, che porta allo squilibrio idro-elettrolitico. La morte avviene dopo qualche ora di [[delirio]] e [[coma]] a causa della cattiva circolazione. Nella stragrande maggioranza dei casi la morte è inevitabile; l'unico trattamento che si può offrire è quello della [[Terapia del dolore|gestione del dolore]].
 
: [[Louis Slotin]] rimase esposto a circa 21&nbsp;Sv in un [[incidente critico]] il 21 maggio del [[1946]], e morì nove giorni dopo, il 30 maggio.
 
; più di 50 Sv (>5.000 rem)
: Durante l'esplosione di una [[bomba atomica]] diventa improbabile sopravvivere ricevendo una dose superiore ai 5000 rem (50&nbsp;Sv): i pazienti esposti a dosi superiori di solito muoiono in poche ore o giorni per gli effetti immediati delle [[Ustione|ustioni alla pelle]] prodotte dalle radiazioni nell'ambito dell'infrarosso e della luce visibile, oppure per le contusioni, fratture ed emorragie interne ed esterne prodotte dallo spostamento di detriti e di aria causati dall'esplosione<ref>[http://www.albertopertile.it/vintage/rem.html Libertè, egalitè, radioactivitè]</ref>.
:
:Nello Stato [[Stati Uniti d'America|nordamericano]] di [[Rhode Island]], un lavoratore ricevette più di 100&nbsp;Sv (10.000 rem), dopo un incidente avvenuto a [[Wood River (Pawcatuck River)|Wood River]], il 24 luglio del [[1964]]. LaÈ sopravvivenzasopravvissuto è stata diper 49 ore. Cecil Kelley, un operatore del Los Alamos National Laboratory, ricevette in un incidente tra 60 e 180&nbsp;Sv (6.000 - 18.000 rem) nella parte superiore del corpo, e morì il 30 dicembre del [[1958]], sopravvivendo per 36 ore.<ref>{{Cita pubblicazione |titolo=The Cecil Kelley Criticality Accident |editore=Los Alamos National Laboratory |anno=1995 |url=http://www.fas.org/sgp/othergov/doe/lanl/pubs/00326644.pdf |formato=PDF}}</ref>
 
=== Tabella riepilogativa ===
 
=== Confronto con la relativa resistenza degli insetti ===
In un episodio del programma via satellite ''[[Miti da sfatare]]'' (di Discovery Channel) furono esposte alcune specie di insetti furono esposti a [[Raggio gamma|raggi gamma]] (la sorgente era l'[[isotopo]] [[cobalto-60]]) in un laboratorio del Pacific Northwest National Laboratory. A 100&nbsp;Gy (10.000&nbsp;[[Rad (unità di misura)|rad]]), circa il 70% degli [[Blattodea|scarafaggi]] erano morti prima di 30 giorni, e il 30% sopravvisse. A 1000&nbsp;Gy (100.000&nbsp;rad), tutti gli scarafaggi morirono istantaneamente e il 90% dei [[Tribolium|coleotteri della farina]] erano morti dopo 30 giorni, lasciando soltanto il 10% di insetti superstiti.<ref>{{Cita web |url=http://kwc.org/mythbusters/2008/01/plane_on_a_conveyor_belt.html |titolo=Episode 97 |sito=Annotated MythBusters |accesso=25 luglio 2009}}</ref>
 
== Storia ==
Utente anonimo