Differenze tra le versioni di "Geroglifici egizi"

→‎Scrittura: Risistemazione del paragrafo.
(Correzione del testo sorgente.)
(→‎Scrittura: Risistemazione del paragrafo.)
 
== Scrittura ==
{{citazione|È un sistema complesso, una scrittura figurativa, simbolica e fonetica insieme, nello stesso testo, nella stessa frase, potrei addirittura dire nella stessa parola.| Jean-François Champollion. Lettera a M. Dacier, 27 settembre [[1822]] }}
 
I geroglifici consistono di tre tipi di caratteri:
*caratteri fonetici, inclusi quelli di un unico fonema, come un [[alfabeto]], ma anche molti caratteri rappresentanti una o più sillabe
*ideogrammi, rappresentanti una parola
*determinativi, i quali indicano la [[campo semantico|categoria semantica]] della pronuncia di una parola senza specificarne il significato preciso
La scrittura geroglifica consta di 24 caratteri principali (simboli per un singolo fonema), ai quali si aggiungono molti più segni biconsonantici (simboli per due fonemi combinati). Vi sono anche segni triconsonantici (tre fonemi), anche se sono meno comuni degli altri. In totale la scrittura geroglifica consta di più di 6900 caratteri, compresi raggruppamenti e varianti<ref>[http://www.ccer.nl/apps/hiero/hiero.html www.ccer.nl<!-- Titolo generato automaticamente -->] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20090303172126/http://www.ccer.nl/apps/hiero/hiero.html |data=3 marzo 2009 }}.</ref>.
 
L'orientamento dei segni geroglifici può essere in linea od in colonna. I geroglifici scritti in orizzontale possono essere letti in maniera destrorsa o sinistrorsa secondo l'orientamento delle figure descritte (se sono rivolte a destra la lettura è da destra verso sinistra). Nel caso fossero disposti verticalmente vanno letti dall'alto verso il basso. Anche nel caso di più simboli presenti in una stessa riga e disposti "uno sopra l'altro", vanno letti dall'alto verso il basso.
 
Siccome il sistema di scrittura egizio non trascriveva le vocali, la maggior parte di esse è oggi ignota e la lettura è aiutata dall'aggiunta di una ''e'' interconsonantica puramente convenzionale. Per esempio: ''nfr'' -> ''nefer'' = bello, buono.
{| class="wikitable" style="border:1px solid #aaa; text-align:center;margin-left:4px;border-collapse:collapse;" cellpadding="2" border="1" bgcolor="#F9F9F9"
|+
|-
|<hiero>x</hiero>
|'''ḫ''', '''kh'''<ref name=":0" group="nota">La trascrizione in '''kh''' è meno precisa e sconsigliata.</ref>
|{{IPA|/kh/}}
|
|
| style="text-align:left;" | [[occlusiva palatale sonora]]<br />cobra
|}Il termine egizio per '[[Dinastia Tolemaica|Tolomeo]]' è scritto in geroglifico nel seguente modo:<hiero>p:t-wA-l:M-i-i-s</hiero>
|}
{{citazione|È un sistema complesso, una scrittura figurativa, simbolica e fonetica insieme, nello stesso testo, nella stessa frase, potrei addirittura dire nella stessa parola.| Jean-François Champollion. Lettera a M. Dacier, 27 settembre [[1822]] }}
 
I geroglifici consistono di tre tipi di caratteri:
 
*caratteri fonetici, inclusi quelli di un unico fonema, come un [[alfabeto]], ma anche molti caratteri rappresentanti una o più sillabe
*ideogrammi, rappresentanti una parola
*determinativi, i quali indicano la [[campo semantico|categoria semantica]] della pronuncia di una parola senza specificarne il significato preciso
 
La scrittura geroglifica consta di 24 caratteri principali (simboli per un singolo fonema), ai quali si aggiungono molti più segni biconsonantici (simboli per due fonemi combinati). Vi sono anche segni triconsonantici (tre fonemi), anche se sono meno comuni degli altri. In totale la scrittura geroglifica consta di più di 6900 caratteri, compresi raggruppamenti e varianti<ref>[http://www.ccer.nl/apps/hiero/hiero.html www.ccer.nl<!-- Titolo generato automaticamente -->] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20090303172126/http://www.ccer.nl/apps/hiero/hiero.html |data=3 marzo 2009 }}.</ref>.
 
L'orientamento dei segni geroglifici può essere in linea od in colonna. I geroglifici scritti in orizzontale possono essere letti in maniera destrorsa o sinistrorsa secondo l'orientamento delle figure descritte (se sono rivolte a destra la lettura è da destra verso sinistra). Nel caso fossero disposti verticalmente vanno letti dall'alto verso il basso. Anche nel caso di più simboli presenti in una stessa riga e disposti "uno sopra l'altro", vanno letti dall'alto verso il basso.
 
Siccome il sistema di scrittura egizio non trascriveva le vocali, la maggior parte di esse è oggi ignota e la lettura è aiutata dall'aggiunta di una ''e'' interconsonantica puramente convenzionale. Per esempio: ''nfr'' -> ''nefer'' = bello, buono.
 
Il termine egizio per '[[Dinastia Tolemaica|Tolomeo]]' è scritto in geroglifico nel seguente modo:
<hiero>p:t-wA-l:M-i-i-s</hiero>
[[File:Egypt Hieroglyphe2.jpg|thumb|Geroglifici egizi. Tempio di Komombo]]