Differenze tra le versioni di "Violet Eves"

miglioro il testo
(Nuova musica italiana cantata in italiano)
(miglioro il testo)
|numero album studio = 2
|numero album live =
|numero raccolte = 21
}}
 
I '''Violet Eves''' sono stati un gruppo musicale [[NewItalia]]no di genere [[new wave (musica)|New wave]] [[Italia]]no attivo negli anni ottanta formatosi nell'80.area Con basedella nellar Rivierariviera Adriaticaadriatica tra Rimini e Riccione, il gruppo fu parte della cosiddetta scena Italo Wave degli anni 80 (di cui fecero parte gruppi come [[Litfiba]], [[Diaframma (gruppo musicale)|Diaframma]], Neon, Underground Life e [[Moda (gruppo musicale)|Moda]]).
 
Il gruppo fece parte della scena new wave italiana degli anni 80, di cui fecero parte gruppi come [[Litfiba]], [[Diaframma (gruppo musicale)|Diaframma]], Neon, Underground Life e [[Moda (gruppo musicale)|Moda]]).
 
==Storia del gruppo==
I Violet Eves nascono verso la fine il 1982 ad opera di [[Franco Caforio]] batterista e Gabriele Tommasini bassista, entrambi di Riccione. Una prima formazione vede l'avvincendarsi di vari elementi Savioli tastiere, Terrezza voce e chitarra seguito da Luciano Sberlati detto "Ciano", Paolo Scarponi sax e Mirko Galli tastiere fino all'arrivo di Leonardo Militi<ref name="Arcana">Gianluca Testani, 2006</ref> tastierista di Rimini. Scarponi lasciò il gruppo così come Sberlati, che decise di dedicarsi al suo progetto solista. La sua tormentata personalità lo condusse a una profondissima crisi che culminò nel suicidio.
 
I Violet Eves nascono verso la fine il 1982 ad opera di [[Franco Caforio]] batterista e Gabriele Tommasini bassista, entrambi di Riccione. Una prima formazione vede l'avvincendarsi di vari elementi (Savioli alle tastiere, Terrezza alla voce e chitarra seguitosostituito da Luciano Sberlati detto "Ciano", Paolo Scarponi al sax e Mirko Galli alle tastiere fino all'arrivo di Leonardo Militi tastierista di Rimini)<ref name="Arcana">Gianluca Testani, 2006</ref> tastierista di Rimini. Scarponi lasciò il gruppo così come Sberlati, che decise di dedicarsi al suo progetto solista. La sua tormentata personalità lo condusse a una profondissima crisi che culminò nel suicidio.
In quel periodo Leonardo Militi conosce Nicoletta Magalotti, attiva nella scena clubbing underground e la presenta a Franco Caforio e Gabriele Tommasini. L'adesione della cantante e performer Nicoletta Magalotti, aka [[NicoNote]]<ref name="Arcana" /> - che scriverà tutti i testi delle canzoni - è del 1984, in contemporanea con l'arrivo di un nuovo chitarrista: Renzo Serafini. Il gruppo composto da Nicoletta Magalotti, Franco Caforio, Gabriele Tommasini, Leonardo Militi e Renzo Serafini, decide di mantenere invariato il nome della band
 
In quel periodo Leonardo Militi conoscepresenta Nicoletta Magalotti, attiva nella scena clubbing underground e la presenta a Franco Caforio e Gabriele Tommasini. L'adesione dellaLa cantante e performer Nicolettanota Magalotti,poi akacome [[NicoNote]]<ref name="Arcana"e />autrice - che scriveràdi tutti i testi delle canzoni, -<ref èname="Arcana" del/>, entra nel gruppo nel 1984, in contemporanea con l'arrivo di undel nuovo chitarrista: Renzo Serafini. Il gruppo composto da Nicoletta Magalotti, Franco Caforio, Gabriele Tommasini, Leonardo Militi e Renzo Serafini, decide di mantenere invariato il nome della band .
In poco più di un mese composero sei brani, con particolari sonorità elettroniche ed elettroacustiche, l'introduzione del vibrafono e della batteria elettronica. Fermarono questo materiale in un demo-tape che iniziò a girare. Il primo a trasmettere "Listen Over The Ocean" (versione demo-tape) fu il dj Thomas Balsamini dalle frequenze di Radio San Marino Rock. Di lì a poco, dopo un concerto dei Litfiba allo Slego, il dj Franco Fattori consegnò una copia del demo-tape a Piero Pelù, che lo fece ascoltare a Alberto Pirelli della nascente etichetta indipendente [[I.R.A. Records]]. In pochi mesi i Violet Eves con questa formazione (Magalotti, Caforio, Tommasini, Militi, Serafini) ottennero un contratto con la [[Firenze|fiorentina]] [[I.R.A. Records]] che pubblicò le loro incisioni con marchi a essa collegati.
 
In poco più di un mese composero sei brani, con particolari sonorità elettroniche ed elettroacustiche, l'introduzione del vibrafono e della batteria elettronica. Fermaronoche questofurrono materialediffuse insu un demo-tape che iniziò a giraregirar in ambito underground. Il primo DJ a trasmettere "''Listen Overover Thethe Ocean" (versione demo-tape)'' fu il dj Thomas Balsamini dalle frequenze di Radio San Marino Rock. Di lì a poco, dopo un concerto dei Litfiba allo Slego, il dj Franco Fattori consegnò una copia del demo-tape a Piero Pelù, che lo fece ascoltare a [[Alberto Pirelli]] della nascente etichetta indipendente [[I.R.A. Records]]. In pochi mesi i Violet Eves con questa formazione (Magalotti, Caforio, Tommasini, Militi, Serafini) ottennero un contratto con la [[Firenze|fiorentina]] [[I.R.A. Records]], che pubblicòli lemise lorosotto incisioni con marchi a essa collegaticontratto.
Nel 1985 uscì ''[[Listen Over The Ocean]]'' per la Anemic Music<ref>[https://www.discogs.com/Violet-Eves-Listen-Over-The-Ocean/release/1380081 Listen Over The Ocean su Discogs]</ref>.
 
Nel 19861985 uscì il primo EP ''[[IncidentalListen GlanceOver The Ocean]]'' per la D.e.aAnemic Music<ref>[https://www.discogs.com/Violet-Eves-IncidentalListen-Glance/release/1473582 Incidental Glance su Discogs]</ref> (pubblicato anche dalla giapponese Nippon Phonogram Co., Ltd.<ref>[https://www.discogs.com/Violet-EvesOver-IncidentalThe-GlanceOcean/release/42988531380081 IncidentalListen GlanceOver inThe edizione giapponeseOcean su Discogs]</ref>).
 
Nel 1986 fu pubblicato l'album ''[[Incidental Glance]]'' per la D.E.A.<ref>[https://www.discogs.com/Violet-Eves-Incidental-Glance/release/1473582 Incidental Glance su Discogs]</ref> (pubblicato anche dalla giapponese Nippon Phonogram Co., Ltd.<ref>[https://www.discogs.com/Violet-Eves-Incidental-Glance/release/4298853 Incidental Glance in edizione giapponese su Discogs]</ref>).
Nello stesso anno parteciparono a vari festival internazionali d'oltralpe quali Transmusicales a Rennes e alla manifestazione Printemps de Burges. E del 1986 il loro live a Parigi al Club Le Bains Douches seguito dal live al Rex Club.
 
Nel 1987 parteciparono a Casorate Rock<ref>{{cita news|url=http://www.radiomusik.it/361/denovo-diaframma-e-moda-storia-e-discografia-della-new-wave-italiani-anni-80/|titolo=Denovo, Diaframma e Moda: storia e discografia della new wave italiana anni 80|pubblicazione=radiomusik.it|data=11 gennaio 2013}}</ref>, manifestazione presentata da [[Francesco Salvi]] e poi ritrasmessa in tv da Italia Uno. Nell'occasione portano due pezzi: ''Effetti Speciali'' e ''Aaria''. Nello stesso anno parteciparono a Salonicco (GR) alla Biennale dei Giovani del Mediterraneo e il loro live a Vienna al Club U4.
 
Nel 1988 i Violet Eves pubblicarono il loro secondo LP dal titolo ''Promenade'', prodotto da Roberto Colombo, con ospiti quali Patrizio Fariselli degli Area e Mauro Pagani. L'album cantato in italiano fu pubblicato anche in Francia da Ira France/Barclay. Partecipano a varie puntate di [[DOC (programma televisivo)|DOC]], programma su Rai 2 curato da Renzo Arbore e presentato da Gegè Telesforo. Nello stesso anno esce ''[[Padam Padam (autori vari)|Padam Padam]]'', uno split album a tre con i [[Litfiba]] ed i [[Moda (gruppo musicale)|Moda]], al quale seguirà uno storico tour a tre band I.R.A. Records, che toccò tra l'altro il Tursport di [[Taranto]] in un concerto organizzato in collaborazione con l'[[ARCI]] locale il 1 luglio 1988<ref name=Guaitamacchi>Ezio Guaitamacchi, 2010</ref> e nell'ottobre 1988 al club La Cigale di [[Parigi]].
 
===Scioglimento===
Nel 1988 i Violet Eves pubblicarono il loro terzo Lp dal titolo ''Promenade'', prodotto da Roberto Colombo, con ospiti quali Patrizio Fariselli degli Area e Mauro Pagani. L'album cantato in italiano fu pubblicato anche in Francia da Ira France/Barclay. Partecipano a varie puntate di DOC, programma su Rai 2 curato da Renzo Arbore e presentato da Gegè Telesforo.
Dopo il concerto di Parigi, i Violet Eves si sciolsero alla fine del 1988 per lasciare spazio alla carriera solista dei suoi componenti<ref name=Guaitamacchi/>. Caforio divenne batterista dei Litfiba. Tommasini divenne produttore musicale.
Nello stesso anno esce ''[[Padam Padam (autori vari)|Padam Padam]]'', uno split album a tre con i [[Litfiba]] ed i [[Moda (gruppo musicale)|Moda]], al quale seguirà uno storico tour a tre band I.R.A. Records, che toccò tra l'altro il Tursport di [[Taranto]] in un concerto organizzato in collaborazione con l'[[ARCI]] locale il 1 luglio 1988<ref name=Guaitamacchi>Ezio Guaitamacchi, 2010</ref> e nell'ottobre 1988 al club La Cigale di [[Parigi]].
 
Caforio divenne batterista dei Litfiba. Tommasini divenne produttore musicale. Nicoletta Magalotti si trasferì a Firenze, partecipò alla compilazionecompilation ''Union'' (CGD, 1990) con una cover di ''[[Albachiara/Fegato, fegato spappolato|Alba chiara]]''- produzione di Oderso Rubini, poi pubblicò il suo primo album solista "Nico" (EMI, 1992)<ref name=Rizzi>Cesare Rizzi, 1993</ref> prodotto da Alberto Pirelli. Nel 1996 crea il progetto artistico e alias NicoNote come sigla per tutte le sue creazioni. Negli anni ha seguito un percorso artistico trasversale unico nel suo campo, tra musica, teatro, scena performativa, clubbing. Nel 2018 dedica ai Violet Eves l'album "''Deja V."'' (MAT, 2018) prodotto da Renzo Serafini, l'album contiene interamente rielaborazioni di brani dei Violet Eves, composti insieme alla band tra il 1984 e ildel 1988gruppo.
Dopo il concerto di Parigi, i Violet Eves si sciolsero alla fine del 1988 per lasciare spazio alla carriera solista dei suoi componenti<ref name=Guaitamacchi/>. Caforio divenne batterista dei Litfiba. Tommasini divenne produttore musicale.
Nicoletta Magalotti si trasferì a Firenze, partecipò alla compilazione ''Union'' (CGD, 1990) con una cover di ''[[Albachiara/Fegato, fegato spappolato|Alba chiara]]''- produzione di Oderso Rubini, poi pubblicò il suo primo album solista "Nico" (EMI, 1992)<ref name=Rizzi>Cesare Rizzi, 1993</ref> prodotto da Alberto Pirelli. Nel 1996 crea il progetto artistico e alias NicoNote come sigla per tutte le sue creazioni. Negli anni ha seguito un percorso artistico trasversale unico nel suo campo, tra musica, teatro, scena performativa, clubbing. Nel 2018 dedica ai Violet Eves l'album "Deja V." (MAT, 2018) prodotto da Renzo Serafini, l'album contiene interamente rielaborazioni di brani dei Violet Eves, composti insieme alla band tra il 1984 e il 1988.
 
==Componenti==
*{{Cita disco |titolo = Overview|formato = 2xCD|etichetta = Materiali Sonori|catalogo=VLT 01/02|nazione=Italia|anno =2001}}
 
===VatiousPartecipazioni Artistsa compilation===
*{{Cita disco |titolo = Uneven Paths: Deviant Pop From Europe 1980-1991 |formato = 2xLP, Comp, RM|etichetta = Music From Memory|catalogo=MFM031|nazione=Paesi Bassi|anno =2018}}
 
 
==Collegamenti esterni==
{{Collegamenti esterni}}
* {{cita web|https://myspace.com/violeteves|Myspace ufficiale}}
* {{cita web|https://www.discogs.com/artist/Violet+Eves|Violet Eves su Discogs}}
 
{{Portale|Musica|Punk|Rock}}