Differenze tra le versioni di "Guerra dei cent'anni"

(→‎Il problema dinastico: uso equivoco della parola "nipote")
La [[legge salica]] non fu in realtà invocata nell'immediato, ma solo trent'anni più tardi, intorno al 1350, quando un [[Ordine di San Benedetto|monaco benedettino]] della [[basilica di Saint-Denis]], scrivendo la cronaca ufficiale del regno, citò la legge per rafforzare la posizione del re francese.<ref>{{cita|Favier, 1980|p. 37}}.</ref> Dopo il breve regno di Filippo V, che morì anch'egli senza un erede maschio, fu suo fratello minore [[Carlo IV di Francia|Carlo IV]] a salire al trono nel 1322. Ma anche il regno di Carlo durò poco, questi morì infatti nel 1328 senza nessun figlio maschio, e con lui si estinse la dinastia capetingia.<ref name=C12/><ref>{{cita|Favier, 1980|p. 32}}.</ref>
 
Il trono francese si trovò così a essere conteso tra due pretendenti: il futuro [[Filippo VI di Francia|Filippo VI di Valois]], figlio del fratello di Filippo il Bello, [[Carlo di Valois]] e quindi nipote di zio di Filippo IV, e il [[Sovrani d'Inghilterra|re d'Inghilterra]] [[Edoardo III d'Inghilterra|Edoardo III]], figlio di [[Isabella di Francia]] e quindi nipotediscendente didiretto nonnoper dilinea femminile dello stesso Filippo IVil Bello. Ultima figlia superstite di Filippo il Bello, Isabella aveva sposato il re d'Inghilterra [[Edoardo II d'Inghilterra|Edoardo II]]. Grazie al sostegno dei grandi [[feudatario|feudatari]] di Francia, che stabilirono che Isabella non poteva trasmettere un titolo di cui non poteva nemmeno lei fregiarsi, Filippo di Valois poté cingere la corona e inaugurare launa [[Valois|nuova dinastia dei Valois]]. Come dodici anni prima, i nobili francesi erano riusciti a scongiurare l'eventualità di uno straniero sul trono di Francia.<ref>{{cita|Favier, 1980|p. 36}}.</ref> Seppur con una certa riluttanza, Edoardo III d'Inghilterra reseprestò quindi [[omaggio feudale]] a Filippo VI, essendoin suoquanto, nella sua posizione di [[Omaggioduca feudale|vassallodi Aquitania]], egli risultava vassallo del re di Francia.<ref>{{cita|Contamine, 2007|pp. 12-14}}.</ref><ref>{{cita|Favier, 1980|p. 16}}.</ref> Si aspettava peraltro di vedersi riconosciuto il diritto di agire come meglio credeva in [[Scozia]], ma il nuovo re francese confermò il proprio sostegno a [[Davide II di Scozia|Davide II]]. Tutto ciò fu preso da Edoardo come pretesto per dare inizio alla guerra.<ref>{{cita|Contamine, 2007|pp. 15-16}}.</ref>
 
=== La questione della Guienna ===