Differenze tra le versioni di "Aleksej Semënovič Kiselëv"

 
== Biografia ==
Nato nel [[Governatorato di Vladimir]], fu membro del [[Partito Operaio Socialdemocratico Russo]] fin dal 1898. Nel 1914 fu cooptato nel [[Comitato Centrale del PCUS|Comitato Centrale]] ma fu subito dopo arrestato e condannato al confino in [[Siberia]], da dove riuscì a fuggire. Nel 1917 presiedette il [[Soviet]] cittadino di [[Ivanovo (Russia)|Ivanovo-Voznesensk]]. Ricoprì poi vari ruoli a livello centrale e dal 1923 al 1924 fu [[Consiglio dei commissari del popolo della RSFS Russa|commissario del popolo]] dell'Ispettorato operaio e contadino (''Rabkrin'') della [[Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa|Repubblica Socialista Federata Sovietica Russa]]. Fu arrestato e giustiziato nel 1937 nell'ambito delle [[Grandi purghe]].<ref>{{cita|''Kiselëv Aleksej Semënovič''}}.</ref>
 
== Note ==