Differenze tra le versioni di "Benedetto d'Aniane"

Aggiunta con nota
Etichetta: Ripristino manuale
(Aggiunta con nota)
 
 
== Biografia ==
Dopo essere stato educato a corte nel palazzo di [[Pipino il Breve]], nel [[774]] seguì l'esercito di [[Carlo Magno]], che venne in Italia per combattere contro i [[Longobardi]]. In quello stesso anno, però, decise di ritirarsi dalla vita pubblica e di farsi monaco a seguito della morte del fratello<ref name=":12">{{Cita libro|autore=[[Karl Ferdinand Werner]]|traduttore=Stefania Pico e Sabrina Santamato|titolo=Nascita della nobiltà. Lo sviluppo delle élite politiche in Europa|collana=Biblioteca di cultura storica|anno=2000|editore=[[Giulio Einaudi editore]]|città=[[Torino]]|p=363, nota 3|ISBN=88-06-15288-2}}</ref>.
Entrò nel [[monastero]] [[Borgogna|borgognone]] di San Sequano ([[Saint-Seine]]), non lontano da [[Digione]], dove prese il nome di [[Benedetto]]<ref>Probabilmente il nome di Benedetto Secondo fu assunto dopo avere scelto la regola benedettina.</ref>. Benedetto studiò nei primi anni di vita monastica le grandi [[Regola monastica|regole]] del passato, tra cui la regola di [[San Colombano abate]] e poi quella di [[san Benedetto da Norcia]] convincendosi che il modello benedettino fosse quello più in sintonia con i tempi e con la tradizione dell'Occidente.