Differenze tra le versioni di "Ugo di San Bertino"

Successore all'abbazia di San Quintino modificato
m (→‎Origine: |date ----> |data)
(Successore all'abbazia di San Quintino modificato)
 
Dopo la morte di Ludovico il Pio (20 giugno [[840]]), allorché vi fu una recrudescenza delle lotte per la successione, Ugo trovò inizialmente difficile scegliere da quale parte schierarsi. Dopo la [[Battaglia di Fontenoy (841)|battaglia di Fontenoy]], combattuta un anno dopo, egli si decise a settembre ad associarsi ai vincitori, [[Carlo il Calvo]] e [[Ludovico II il Germanico]], e, secondo la storico francese [[Christian Settipani]], esperto di genealogie, Ugo divenne cancelliere di corte di Carlo il Calvo<ref name=Ugo/><ref>Settipani (1993), pag 209</ref>. Più tardi, dopo l'accordo stipulato fra Carlo il Calvo, Ludovico II il Germanico e il nuovo imperatore [[Lotario I]], egli si ritrovò al servizio di quest'ultimo.
 
Nell'[[844]] egli venne coinvolto nella lotta fra Carlo il Calvo e [[Pipino II di Aquitania]], che era stato escluso dalla partizione operata con il [[trattato di Verdun]] fra i tre figli di Ludovico il Pio, Carlo, Lotario e Ludovico II il Germanico. Allorché Carlo mise sotto assedio la città di [[Tolosa]], ove regnava [[Bernardo I di Tolosa|Bernardo I]], duca di [[Settimana]], alleato di Pipino, Ugo venne inviato con un esercito in aiuto di Carlo, ma il 14 giugno [[844]] si scontrò con Pipino ad [[Angoumois]], ove venne sconfitto e secondo gli [[Annales Fuldenses]], durante la battaglia fu ucciso<ref name=Fuldenses>{{la}} [http://www.dmgh.de/de/fs1/object/goToPage/bsb00000868.html?pageNo=364&sortIndex=010%3A050%3A0001%3A010%3A00%3A00#ES ''Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus I: Ruodolfi Fuldensis Annales'', anno 844 , p.364]</ref>; la morte di Ugo è ricordata anche dagli [[Annales Bertiniani]]<ref name=Bertinia>{{la}} [http://gallica.bnf.fr/ark:/12148/bpt6k215043h/f80.image#ES Les Annales de Saint-Bertin el de Saint Vaast II, anno 844 , p.58]</ref>. Pipino acconsentì quindi a soddisfare l'ultimo desiderio di Ugo: seppellirteseppellire il suo corpo nell'[[Charroux (Vienne)|abbazia di Charroux]]. Ad Ugo succedette nell'abbazia di San Quintinio [[Adalardo il Siniscalco]]<ref name=":12">{{Cita libro|autore=[[Karl Ferdinand Werner]]|traduttore=Stefania Pico e Sabrina Santamato|titolo=Nascita della nobiltà. Lo sviluppo delle élite politiche in Europa|collana=Biblioteca di cultura storica|anno=2000|editore=[[Giulio Einaudi editore]]|città=[[Torino]]|p=372|ISBN=88-06-15288-2}}</ref>.
 
==Discendenza==
 
{{Box successione
|tipologia = ecclesiastico
|carica = '''Abate di San Quintino'''
|immagine = Prepozyt.png|30px
|periodo = [[823]] - [[844]]
|precedente = Fulrado<br />[[771]] – [[823]]
|successivo = [[LuigiAdalardo (abateil di Saint-Denis)|LudovicoSiniscalco]]<br />[[844]] – [[867]]
}}
{{Box successione