Differenze tra le versioni di "Remo Chiti"

573 byte aggiunti ,  1 mese fa
nessun oggetto della modifica
</ref> che Marinetti aveva teorizzato con [[Bruno Corra|Corra]] e Settimelli nel ''Manifesto del Teatro futurista sintetico'' del 1915.
 
Il Chiti sintetizzò l'esperienza del teatro futurista nel breve opuscolo ''I creatori dei teatro sintetico futurista'' (Firenze 1915), dove riconobbe a Corra e Settimelli nel 1913 «''i primi tentativi di un teatro nuovo e definendo i fini concreti che il teatro "sintetico" si proponeva''».<ref>{{cita|Vigilante}}</ref> Nel novembre del 1915 il C. compose un "dramma d'incubo telepatico" che intitolò Giallo e nero con evidente allusione ai colori asburgici. Il C. apparve anche come attore nelle "sintesi" che erano presentate durante le clamorose "serate" futuriste.
==Note==
<references/>