Differenze tra le versioni di "Remo Chiti"

153 byte aggiunti ,  1 mese fa
 
Nel tempo il Chiti collaborò, spesso anche come illustratore, a numerosi giornali e riviste: ''Testa di ferro'', ''Brillante'', ''L'Impero'', ''Oggi e domani'', ''L'Universale'', ''Il Giornale d'Italia'', ''La Patria''. Intorno al 1950 circa compose l'atto "sintetico" ''Pregiatissimo signore'' in cui Chiti riprende le formule stilistiche dell'ormai superata esperienza futurista.
 
Chiti morì a Roma nel 1971; le sue opere sono raccolte da [[Mario Verdone]] nel volume postumo ''La vita si fa da sé'' (Ed. Cappelli, Bologna, 1974).
 
==Note==