Differenze tra le versioni di "Ospedale di Santo Spirito (Bolzano)"

m
 
Nel [[XIX secolo]], tuttavia, la professionalizzazione sempre maggiore delle professioni sanitarie rese la struttura obsoleta, e nel [[1854]] venne inaugurato il nuovo ospedale, il cui edificio ospita oggi il rettorato della [[Libera Università di Bolzano]]. Nel 1886 l'edificio fu venduto alle Imperial-Regie Poste e Telegrafi (''[[Österreichische Post|Österreichische Post- und Telegraphenverwaltung]]''), che tra il 1889 ed il 1890 vi edificarono l'attuale [[Palazzo delle Poste (Bolzano)|palazzo delle Poste]].
 
L'unica testimonianza rimasta dell'ospedale è la vasta [[cantina]], con la sua rampa di accesso, che è un bene architettonico tutelato dal [[2005]].<ref>{{cita web|url=http://www.provincia.bz.it/arte-cultura/beni-culturali/monumentbrowser-ricerca.asp?status=detail&id=50414|titolo=Cantina dell'ex Ospedale di Santo-Spirito|accesso=18 gennaio 2018}}</ref>
 
L'ingente archivio dell'ex ospedale oggi è conservato, in diversi tronconi, presso l'[[Archivio Provinciale di Bolzano]], l'[[Archivio Storico della Città di Bolzano]] e il Tiroler Landesarchiv di [[Innsbruck]].<ref>{{cita libro| autore=Hannes Obermair| titolo=Bozen Süd - Bolzano Nord. Schriftlichkeit und urkundliche Überlieferung der Stadt Bozen bis 1500 - Scritturalità e documentazione archivistica della Città di Bolzano fino al 1500| volume=1| editore=Città di Bolzano| città= Bolzano| Jahr=2005| pagine=18-19| ISBN=88-901870-0-X}}</ref>