Differenze tra le versioni di "Victoria de Grazia"

→‎Biografia: +autore, data, accesso
(+ {{Cita web}})
(→‎Biografia: +autore, data, accesso)
Dopo la laurea ([[Bachelor of Arts]]) con lode nel giugno 1968 allo [[Smith College]], ha conseguito un [[dottorato di ricerca]] con distinzione presso la [[Columbia University]] nel maggio 1976 con una tesi sull'organizzazione del [[Dopolavoro]] durante l'[[Fascismo|epoca fascista]]. La tesi divenne successivamente un libro, inizialmente pubblicato in inglese col titolo: ''The Culture of Consent: Mass Organization of Leisure in Fascist Italy'' (Cambridge University Press, 1981), e successivamente in italiano e in giapponese.
 
Altre opere hanno riguardato i due temi del fascismo e del [[femminismo]], vincendo diversi premi; con [[Sergio Luzzatto]] ha pubblicato per [[Giulio Einaudi Editore|Einaudi]] il "''Dizionario del Fascismo"''. Le sue opere trattano in modo originale un confronto tra la storia del periodo postbellico di Stati Uniti ed Europa (con una attenzione particolare alla storia italiana)<ref>[https://www.nytimes.com/2005/05/08/books/review/08HARIL.html?_r=0 New York Times, Review di "Irresistible empire", 8/5/2005]</ref>. Con il suo libro, ''L'impero irresistibile"<ref name=Impero24Ore>{{cita web|url=http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tempo%20libero%20e%20Cultura/2007/04/radiocorlibri-impero-irresistibile-degrazia.shtml?uuid=b74aa1ea-ef18-11db-99ab-00000e251029 |titolo=''L'impero irresistibile''|sito= ''Il Sole 24 Ore''|data= 20 aprile 2007|autore=Stefano Natoli|accesso=22 gennaio 2021}}</ref>, ''sul fenomeno dello sviluppo dei consumi a confronto tra Europa e Stati Uniti, ha ottenuto numerose critiche positive da parte di intellettuali come [[Furio Colombo]], e altri<ref>[http://www.recensito.net/pag.php?pag=3471 Recensione a ''L'impero irresistibile''] {{webarchive|url=https://web.archive.org/web/20150114022518/http://www.recensito.net/pag.php?pag=3471 |data=14 gennaio 2015 }}</ref>. Nel 2020 ha pubblicato ''The Perfect Fascist'' in cui viene narrata la storia di [[Attilio Teruzzi]], gerarca fascista, e del suo conflitto fra la dimensione privata delle relazioni affettive e quella pubblica del suo ruolo politico nell'Italia mussoliniana<ref>{{Cita web|url=https://www.hup.harvard.edu/catalog.php?isbn=9780674986398|titolo=The Perfect Fascist — Victoria de Grazia|sito=www.hup.harvard.edu|lingua=en|accesso=27 agosto 2020}}</ref>.
 
In Italia, ha tenuto anche conferenze alla manifestazione culturale annuale Festival di storia, curata dallo storico [[Angelo D'Orsi]].