Differenze tra le versioni di "Diritti LGBT in Uganda"

 
Prima che il codice emendato del [[2000]] fosse stato emanato, solo gli atti omosessuali tra uomini venivano criminalizzati; con l'approvazione della legislazione del 2000 i riferimenti sono cambiati da "qualsiasi uomo" a "qualsiasi persona", di modo che anche gli atti gravemente indecenti fra donne fossero criminalizzati e di conseguenza punibili fino a 7 anni di reclusione.
 
Nel dicembre [[2012]], grazie anche alle pressioni dei fondamentalisti cristiani <ref>[https://www.huffingtonpost.com/waymon-hudson/thecall-uganda-anti-gay-a_b_558890.html TheCall Uganda: Anti-Gay American Evangelical Going to Inflame Hate in Uganda]</ref> il parlamento ha approvato l’Anti-Homosexuality Act, presentato nel [[2009]],una legge, denominata dalla stampa internazionale "KIll the gays bill", che inaspriva le pene, introducendo l’obbligo di denuncia entro 24 ore per le persone che ricoprissero posizioni “di autorità”, e rendendo illegale la promozione di diritti LGBT da parte di singoli o di associazioni<ref>[http://www.seattleglobalist.com/2014/06/27/uganda-anti-homosexuality-bill-pride/27155 Pride and Prejudice: Life under Uganda’s ‘Kill the Gays’ bill]</ref>. L’Anti Homosexuality Act è stato abrogatoannullato dalla Corte Costituzionale nel [[2014]], per motivi formali.<ref>[http://www.latimes.com/world/africa/la-fg-uganda-antigay-20140801-story.html Uganda court rejects anti-gay bill]</ref>
 
Nell'ottobre 2019 una proposta di legge per rendere l'omosessualità punibile con la pena di morte è stata bocciata.