Differenze tra le versioni di "Processo penale italiano"

Sezione sulle "Impugnaizoni"
(→‎Le fasi: Sezioni)
(Sezione sulle "Impugnaizoni")
Etichetta: Annullato
 
Per quanto concerne i dipendenti della [[pubblica amministrazione italiana]], secondo la sentenza della Suprema Corte di Cassazione Cassazione del 17 marzo 2015 n. 5264 essi hanno diritto al pagamento delle spese da parte dello stato solo se accusati di reati connessi alle loro funzioni. Dal perimetro sono state però escluse le cariche elettive: sindaci, assessori, consiglieri comunali poiché essi non sono legati all'ente da un [[rapporto di lavoro]], né può essere applicata la disciplina del [[mandato]].<ref>[https://www.assinews.it/06/2015/diritto-al-rimborso-delle-spese-legali-per-i-dipendenti-di-amministrazioni-statali-o-di-enti-locali-per-fatti-connessi-allespletamento-del-servizio/550030742/ ''Diritto al rimborso delle spese legali per i dipendenti di amministrazioni statali o di enti locali per fatti connessi all’espletamento del servizio'' da assinews.it, 22 giugno 2015]</ref> Riguardo alla quantificazione, la sentenza del 6 luglio 2015, a Sezioni Unite della Cassazione ha stabilito che ogni volta deve essere l'[[Avvocatura dello Stato]] a stabilire "limiti congrui di spesa" ai risarcimenti, con un evidente conflitto di interessi essendo chiamata al compito spettante ad un giudice terzo e imparziale, una delle parti in causa.
 
== Le impugnazioni ==
Avverso l'esito del processo possono essere poroste eventualmente [[Impugnazione (ordinamento penale italiano)|impugnazioni]], in particolare il [[codice di procedura penale italiano]] prevede:
 
* [[appello (ordinamento penale italiano)|Appello]];
* [[Revisione (ordinamento penale italiano)|Revisione]];
* [[ricorso per cassazione (ordinamento penale italiano)|Ricorso per cassazione]].
 
== Note ==
Utente anonimo