Differenze tra le versioni di "Fußball-Bundesliga 1963-1964"

(Rimozione template W)
Etichette: Modifica visuale Ripristino manuale
 
Le sedici società scelte infine nel [[1963]] dalla DFB furono l'[[Hamburger Sport-Verein|Amburgo]], l'[[Braunschweiger Turn- und Sportverein Eintracht von 1895|Eintracht Braunschweig]] e il [[Sport-Verein Werder von 1899|Werder Brema]] dall'Oberliga Nord, il {{Calcio Borussia Dortmund|N}}, il [[1. Fußball-Club Köln 01/07|Colonia]], il [[Meidericher Spielverein Duisburg|Meidericher]], il [[Sportclub Preußen 06 Münster|Preußen Münster]] e lo [[Fußball-Club Gelsenkirchen-Schalke 04|Schalke 04]] dalla West, il [[1. Fußball-Club Kaiserslautern|Kaiserslautern]] e il [[1. Fußball-Club Saarbrücken|Saarbrücken]] dalla Südwest, l'[[Eintracht Frankfurt]], il [[Karlsruher Sport-Club Mühlburg-Phönix|Karlsruhe]], il [[Turn- und Sportverein München von 1860|Monaco 1860]], il [[1. Fußball-Club Nürnberg Verein für Leibesübungen|Norimberga]] e lo [[Verein für Bewegungsspiele Stuttgart 1893|Stoccarda]] dalla Süd, e l'[[Hertha Berliner Sport-Club|Hertha]] da [[Berlino]].
 
A conti fatti, la Federazione rispettò le classifiche della stagione precedente, salvo tre casi. Il meno problematico fu quello dello {{Calcio Schalke|N}}, ammesso solo in virtù del palmares che lo rendeva il secondo club tedesco più vincente all'epoca. AAl contrario, si segnalò l'esclusione del {{Calcio Bayern Monaco|N}}, vittima dei brillanti risultati dei cugini del [[Monaco 1860]] e della decisione federale di avere sedici club di sedici città diverse per dare il massimo interesse ed inclusività alla nuova categoria. Il terzo caso fu il più spinoso, ossia l'ammissione d'ufficio dell'[[FC Saarbrücken]], che null'altro vantava se non una lontana apparizione in Coppa dei Campioni peraltro subito stroncata dal {{Calcio Milan|N}}, ma che si vociferava avesse amicizie molto influenti nella dirigenza federale.
 
== Stagione ==
10 367

contributi