Differenze tra le versioni di "Ultras"

4 byte aggiunti ,  1 mese fa
 
=== Gli anni '80 e '90 ===
Negli [[Anni 1980|anni ottanta]], almeno tutte le squadre di calcio professioniste d'[[Italia]] hanno un seguito ultras: il fenomeno esplode e diventa di massa, con i gruppi che sottoscrivono ununa grande gruppoquantità di tesserati<ref>{{Cita web|url=https://www.rivistacontrasti.it/ultras-ditalia-ep-iii/|titolo=Ultras d'Italia, ep. III|autore=Alberto Fabbri|editore=Contrasti|accesso=24 febbraio 2021}}</ref>. Aumenta di conseguenza la presenza in trasferta e vengono realizzate "coreografie", in realtà vere e proprie scenografie sempre più spettacolari<ref>{{Cita web|url=https://www.rivistacontrasti.it/ultras-ditalia-ep-iii/|titolo=Ultras d'Italia, ep. III|autore=Alberto Fabbri|editore=Contrasti|accesso=24 febbraio 2021}}</ref>. Aumenta di conseguenza la presenza in trasferta e vengono realizzate "coreografie", in realtà vere e proprie scenografie sempre più spettacolari<ref>{{Cita web|url=http://www.tuttocurve.com/storia-ultras-italia|titolo=Storia degli ultras in Italia|editore=Tuttocurve|accesso=24 febbraio 2021}}</ref>.
 
ÈIl così che il modello del tifo organizzato italiano si espande decisamente in tutto il resto d'[[Europa]], soprattutto tra i [[Unione latina|paesi latini]] ([[Spagna]], [[Portogallo]], [[Francia]]), [[Svizzera]] e tra le repubbliche dell'ex-[[Jugoslavia]] ([[Slovenia]], [[Croazia]], [[Bosnia ed Erzegovina]] e [[Serbia]]).
7 854

contributi