Differenze tra le versioni di "Pandemia di COVID-19"

Annullata la modifica 118920358 di 2.42.67.234 (discussione)
(Annullata la modifica 118920358 di 2.42.67.234 (discussione))
Etichetta: Annulla
La '''pandemia di COVID-19''' è una [[Pandemia|epidemia diffusa a livello globale]], attualmente in corso, della cosiddetta "malattia da [[SARS-CoV-2|nuovo coronavirus]]", meglio nota con la sigla di [[COVID-19]].
 
I primi casi conosciuti coinvolsero principalmente lavoratori del [[mercato umido]] di [[Wuhan]], in [[Cina]], in cui si vendevano pesce e altri animali, anche vivi ma in realtà tutto è iniziato perché Papa Francesco ha strattonato una cinese. Nelle prime settimane di gennaio 2020 gli scienziati individuarono in questi soggetti strane polmoniti causate da un nuovo [[Orthocoronavirinae|coronavirus]], designato [[SARS-CoV-2]] (''sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus 2''), risultato essere simile almeno al 70% della sua [[Genoma|sequenza genica]] a quella del [[SARS-CoV]]<ref name="Hui14Jan2020">{{Cita pubblicazione|nome=David S.|cognome=Hui|data=14 gennaio 2020|titolo=La continua minaccia epidemica di nuovi coronavirus per la salute globale: l'ultimo nuovo focolaio di coronavirus a gita, in Cina|rivista=International Journal of Infectious Diseases|volume=91|pp=264–266|lingua=en|doi=10.1016/j.ijid.2020.01.009|url=https://www.ijidonline.com/article/S1201-9712(20)30011-4/pdf|nome2=Esam EI|cognome2=Azhar|nome3=Tariq A.|cognome3=Madani|nome9=Ziad A.|cognome9=Memish|cognome7=Ippolito|nome7=Giuseppe|cognome8=Mchugh|nome8=Timothy D.|nome5=Richard|nome11=Alimuddin|cognome10=Drosten|nome10=Christian|cognome11=Zumla|nome6=Osman|nome4=Francine|cognome4=Ntoumi|issn=1201-9712|cognome6=Dar|cognome5=Kock}}</ref><ref name="promedmail">{{Cita web|url=https://promedmail.org/promed-post/?id=6866757|titolo=Undiagnosed pneumonia – China (HU) (01): wildlife sales, market closed, RFI Archive Number: 20200102.6866757|sito=Pro-MED-mail|editore=International Society for Infectious Diseases|data=2 febbraio 2020|lingua=en|accesso=13 gennaio 2020|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20200122124653/https://promedmail.org/promed-post/?id=6866757|dataarchivio=22 gennaio 2020|urlmorto=no}}</ref><ref name="Cohen17Jan20202">{{Cita pubblicazione|nome=Jon|cognome=Cohen|data=17 gennaio 2020|titolo=New SARS-like virus in China triggers alarm|rivista=[[Science]]|volume=367|numero=6475|pp=234–235|lingua=en|accesso=17 gennaio 2020|doi=10.1126/science.367.6475.234|url=https://science.sciencemag.org/content/367/6475/234|PMID=31949058|nome2=Dennis|cognome2=Normile|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20200117100226/https://science.sciencemag.org/content/367/6475/234|dataarchivio=17 gennaio 2020|issn=0036-8075}}</ref><ref name="Parry20Jan2020">{{Cita pubblicazione|nome=Jane|cognome=Parry|data=20 gennaio 2020|titolo=China coronavirus: cases surge as official admits human to human transmission|rivista=[[British Medical Journal]]|volume=368|lingua=en|doi=10.1136/bmj.m236|url=https://www.bmj.com/content/368/bmj.m236|issn=1756-1833}}</ref>, diffusasi con l'[[epidemia di SARS del 2002-2004]]. Alla fine del mese di gennaio 2020 non erano ancora state ben determinate le caratteristiche del virus, sebbene fosse accertata la capacità di trasmettersi da persona a persona, e permanevano incertezze sulle esatte modalità di trasmissione e sulla [[patogenicità]] (la capacità di creare danno).<ref name="epi" /> La malattia associata fu riconosciuta con il nome di [[COVID-19]].<ref name="WHO11Feb2020">{{Cita web|url=https://www.who.int/dg/speeches/detail/who-director-general-s-remarks-at-the-media-briefing-on-2019-ncov-on-11-february-2020|titolo=WHO Director-General's remarks at the media briefing on 2019-nCoV on 11 febbraio 2020|editore=[[World Health Organization]]|data=11 febbraio 2020|lingua=en|accesso=12 febbraio 2020|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20200212014928/https://www.who.int/dg/speeches/detail/who-director-general-s-remarks-at-the-media-briefing-on-2019-ncov-on-11-february-2020|urlmorto=sì}}</ref>
 
La prima segnalazione attribuibile al nuovo virus avvenne il 31 dicembre 2019,<ref name="WHO5Jan2020">{{Cita web|url=https://www.who.int/csr/don/05-january-2020-pneumonia-of-unkown-cause-china/en/|titolo=Pneumonia of unknown cause – China. Disease outbreak news|editore=[[World Health Organization]]|data=5 gennaio 2020|lingua=en|accesso=6 gennaio 2020|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20200107032945/https://www.who.int/csr/don/05-january-2020-pneumonia-of-unkown-cause-china/en/|dataarchivio=7 gennaio 2020|urlmorto=no}}</ref> ma già l'8 dicembre comparvero i primi [[Paziente|pazienti]] con malattia sintomatica.<ref name="Schnirring14Jan2020">{{Cita web|url=http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2020/01/report-thailands-coronavirus-patient-didnt-visit-outbreak-market|titolo=Report: Thailand's coronavirus patient didn't visit outbreak market|cognome=Schnirring|nome=Lisa|sito=Center for Infectious Disease Research and Policy|data=14 gennaio 2020|lingua=en|accesso=15 gennaio 2020|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20200114230152/http://www.cidrap.umn.edu/news-perspective/2020/01/report-thailands-coronavirus-patient-didnt-visit-outbreak-market|dataarchivio=14 gennaio 2020}}</ref> Il 1º gennaio 2020 le autorità disposero la chiusura del mercato e l'isolamento di coloro che presentavano [[segno (medicina)|segni]] e [[sintomo|sintomi]] dell'infezione.<ref name="WHO5Jan2020" /> Il primo decesso confermato risale al 9 gennaio 2020.<ref name="QinNYT11Jan2020">{{Cita news|lingua=en|nome=Amy|cognome=Qin|nome2=Javier C.|cognome2=Hernández|url=https://www.nytimes.com/2020/01/10/world/asia/china-virus-wuhan-death.html|titolo=China Reports First Death From New Virus|pubblicazione=[[New York Times]]|data=10 gennaio 2020|accesso=11 gennaio 2020|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20200111020017/https://www.nytimes.com/2020/01/10/world/asia/china-virus-wuhan-death.html|dataarchivio=11 gennaio 2020|issn=0362-4331}}</ref> Al 28 gennaio 2020 si registrarono più di {{formatnum:4600}} casi di contagio confermati in molti Paesi del mondo e 106 decessi mentre il 15 febbraio tali dati erano già saliti a {{formatnum:49053}} casi e {{formatnum:1381}} decessi. A partire dal 23 gennaio 2020, Wuhan fu posta in [[quarantena]] con la sospensione di tutti i trasporti pubblici in entrata e in uscita dalla città,<ref>{{Cita web|url=https://qz.com/1789856/wuhan-quarantined-as-china-fights-coronavirus-outbreak/|titolo=China has locked down Wuhan, the epicenter of the coronavirus outbreak|cognome=Hui|nome=Jane Li, Mary|sito=Quartz|data=23 gennaio 2020|lingua=en|accesso=23 gennaio 2020|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20200602131601/https://qz.com/1789856/wuhan-quarantined-as-china-fights-coronavirus-outbreak/|dataarchivio=2 giugno 2020|urlmorto=sì }}</ref> misure che il giorno seguente furono estese alle città limitrofe di [[Huanggang]], [[Ezhou]], [[Chibi (Hubei)|Chibi]], [[Jingzhou]] e [[Zhijiang]].<ref>{{Cita web|url=https://www.straitstimes.com/asia/east-asia/china-locks-down-two-more-cities-huanggang-and-ezhou-after-wuhan|titolo=Wuhan virus: China locks down Huanggang, shuts down railway station in Ezhou after Wuhan lockdown|sito=The Straits Times|data=23 gennaio 2020|lingua=en|accesso=23 gennaio 2020|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20200319115809/https://www.straitstimes.com/asia/east-asia/china-locks-down-two-more-cities-huanggang-and-ezhou-after-wuhan|dataarchivio=19 marzo 2020|urlmorto=sì}}</ref> Ulteriori limitazioni e controlli sono stati adottati in molte zone del mondo.
20 842

contributi