Differenze tra le versioni di "Episodi di Romanzo criminale - La serie (prima stagione)"

m
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
{{Citazione|Ho sentito come hai trattato ar Sardo. Lì non hai saputo giocà, a Libané, [...] capito? Lì dovevi rilancià! Dovevi rilancià fino a che nessuno te poteva venì più a vedé.|La metafora del Terribile, che spiega l'errore "strategico" commesso dal Libanese al cospetto del Sardo}}
 
Qui, il navigato ''boss'' di Centocelle si offre come procacciatore di droga (a condizioni più vantaggiose) al Libanese, che, orgogliosamente, rifiuta. La visita del Terribile, però, è illuminante: il Libanese, infatti, ripensando alla metafora del Terribile, capisce che, per concludere l'affare con il Sardo, dovrà bluffare. L'offerta, perciò, sarà di tre miliardi, con il 50% delle commissioni che andranno al ''boss'' ostiense. Il camorrista, pur nella convinzione che il Libanese e i suoi non abbiano i mezzi economici per sostenere l'operazione, accetta; in caso di fallimento - promette - tutti i componenti della banda saranno uccisi. SUcessivamenteSuccessivamente Libano, Freddo e Dandi si recano in un luogo appartato, dove il Freddo dà dei soldi ai fratelli Gemito per far pagare un debito che Fierolocchio aveva con il Terribile, affermando loro che la banda non è intenzionata a collaborare con quest' ultimo. Sono tempi duri per la banda, tanto che dopo aver abbandonato la Porsche di Sergio Buffoni sul lungomare, il Libanese, Il Freddo e il Dandi si concedono una spensierata partita di calcio con tre ragazzi.
 
Mentre tutto sembra tacere in commissariato, Scialoja viene informato dall'ispettore Canton che è stata rinvenuta una banconota proveniente dal sequestro: è il tassello che mancava al commissario per mantenere in piedi il suo castello indiziario.
24 068

contributi