Differenze tra le versioni di "Sassuolo"

Elimino doppie spaziature
(Salvarola)
(Elimino doppie spaziature)
|tempmax = 5.4, 8.2, 12.5, 16.9, 21.8, 26.0, 29.0, 28.3, 24.2, 18.3, 11.9, 6.4
|tempmedia = 2.3, 4.4, 8.2, 12.2, 16.6, 20.5, 23.1, 22.6, 19.1, 13.9, 8.6, 3.5
|tempmin = -0.8, 0.7, 3.9, 7.5, 11.4, 15.1, 17.3, 17.0, 14.1, 9.6, 5.3, 0.6
|pioggia = 61, 59, 69, 80, 71, 61, 44, 60, 71, 93, 101, 77
}}
Indagini dirette in prima battuta dalla procura di Modena con il sostituto procuratore Andrea Claudiani, poi dalla [[Procura]] Militare di La Spezia, cui hanno collaborato i Carabinieri di Sassuolo, sulla base dei referti di un ente nazionale di ricerca, dell’Istituto di [[Medicina legale]] di Modena, diretto dal professor De Fazio, di un geologo e di un perito balistico, hanno appurato che tutti i campioni di resti umani, tra i quali resti di bambini, rinvenuti nel cortile del Palazzo nel corso di lavori di manutenzione, sono da ascrivere a un arco temporale compreso tra il 1280 e il 1840-50 e non si tratti di vittime di ''una supposta strage di prigionieri lì avvenuta ad opera di partigiani''<ref>{{Cita news|autore=|titolo=Ossa ritrovate:nessun eccidio, era un cimitero|pubblicazione=Il Resto Del Carlino|data=12/12/1999}}</ref><ref>{{Cita news|pubblicazione=La Gazzetta di Modena|data=14/12/1999|citazione=Le ossa ritrovate nel cortile del Palazzo Ducale non apparterrebbero a persone o soldati tedeschi morti a ridosso della Seconda Guerra Mondiale, ma sarebbero datate addirittura a un'epoca compresa tra il 1250 e il 1850. A questo risultato sarebbero arrivati gli esperti dell'Enea, attraverso un esame al carbonio radioattivo}}</ref><ref>{{Cita news|pubblicazione=Il Resto Del Carlino|data=21/12/1999|citazione=La Procura della Repubblica di La Spezia, in seguito alle risultanze tecniche dell'Istituto di Medicina Legale (di cui abbiamo riferito nei giorni scorsi) ha deciso l'archiviazione dell'inchiesta sulla supposta strage a Palazzo Ducale}}</ref><ref>{{Cita news|autore=|titolo=Resti dell’800, non di fascisti uccisi nel’45|pubblicazione=L'Unità|data=21/12/1999|citazione=Non erano i resti di fascisti uccisi nei giorni della Liberazione le ossa rinvenute[...] La procura militare di La Spezia ha deciso pertanto l'archiviazione della supposta "strage"}}</ref>.
 
La Città di Sassuolo è stata insignita della “Croce di guerra al Valor Militare al Gonfalone”<ref>{{Cita pubblicazione|autore=Comune di Sassuolo|autore2=|autore3=|titolo=Proposta di concessione di medaglia d’argento al V.M. al Comune di Sassuolo|rivista=Archivio storico Comune di Sassuolo|editore=Comune di Sassuolo. Proposta del Consiglio Comunale di decorare al Valore Militare il Comune di Sassuolo per il contributo dato alla guerra di liberazione. Atti del Consiglio Comunale adottati nella seduta del 23 dicembre 1970, s.l., s.d.. L'onorificenza è stata concessa con Decreto Presidenziale 13 ottobre 1984.}}</ref>.
----
 
138 673

contributi