Differenze tra le versioni di "Pet Sematary (romanzo)"

(→‎Libro: come in tutta la trama successiva, il nome è Ellie)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
Louis stesso subisce un'esperienza traumatica nelle prime settimane di insegnamento quando Victor Pascow, uno studente morto in un incidente stradale, dice le sue ultime parole a Louis, anche se i due non si conoscono. Nella notte seguente alla morte di Pascow, Louis ha un sogno molto realistico in cui incontra Pascow, che lo accompagna al "cimitero" e avvisa Louis di non "andare oltre, non importa quanto credi sia necessario". Louis si sveglia il mattino seguente convinto che fosse, in effetti, un sogno finché non vede i suoi piedi coperti di terra e aghi di pino. Nonostante questo, etichetta il sogno come un prodotto dello stress subito durante la morte di Pascow, accoppiato con l'ansia provocata dal fatto della moglie.
 
Louis viene obbligato a confrontarsi ancora con la morte quando, ada [[Halloween]], la moglie di Jud, Norma, subisce un [[attacco cardiaco]]. Grazie alla prontezza di Louis, Norma si riprende in fretta. Jud è grato per l'aiuto ricevuto e decide di ripagarlo quando Church muore durante il [[giorno del ringraziamento]]. Rachel e i bambini stanno visitando i nonni a [[Chicago]], e Louis ha timore di dare la brutta notizia a Ellie. Avendo pietà per Louis, Jud lo porta al cimitero degli animali per seppellire Church. Invece di fermarsi qui, Jud prosegue oltre in un viaggio spaventoso verso il "vero cimitero": un antico luogo usato dagli indiani [[Mi'kmaq|Micmac]]. Qui Louis, perplesso, seppellisce il gatto, rientrando poi a casa con il vecchio.
 
Louis pensa che questa storia sia finita fino al pomeriggio successivo, quando il gatto torna a casa. È ovvio che Church non è lo stesso di prima. Church caccia topi e uccelli più spesso di prima, ma li squarta senza mangiarli. Il gatto emana anche un odore che costringe Ellie a non volerlo in camera la notte. Jud conferma che questa è la regola, non l'eccezione, per gli animali risorti.
Utente anonimo