Differenze tra le versioni di "Difluorometano"

corretto wikilink a disambigua
(corretto wikilink a disambigua)
 
|consigliP =
}}
Il '''difluorometano''' è un [[alometano]] disostituito appartenente al gruppo degli [[idrofluorocarburi]]. Non essendo un [[Clorofluorocarburi|clorofluorocarburo]] in senso stretto, il composto ha un valore di [[Ozone depletion potential|ODP]] pari a zero; è tuttavia una sostanza potenzialmente dannosa se libera nell'ambiente a causa dell'elevato indice [[Global warming potential|GWP]], pari a 675 unità. Il difluorometano, conforme al Regolamento Europeo Nr. 517/2014<ref>{{Cita pubblicazione|data=2014-05-20|titolo=Regolamento (UE) n. 517/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014 , sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento (CE) n. 842/2006 Testo rilevante ai fini del SEE|numero=32014R0517|lingua=it|accesso=2018-07-26|url=http://data.europa.eu/eli/reg/2014/517/oj/ita}}</ref>, viene usato come [[fluido refrigerante]] nei moderni sistemi di climatizzazione, in cui sta inizialmente affiancando il più vecchio fluido [[R-410A]] (che a sua volta aveva sostituito il [[freon]] [[Monoclorodifluorometano|R22]], messo al bando dal [[2002]] per la carica di nuovi impianti e dal [[2015]] anche per la ricarica di impianti già esistenti), che sostituirà totalmente dal 2025, anno in cui le leggi europee vieteranno l'utilizzo di refrigeranti con GWP superiore a 750 unità nei condizionatori con carica di refrigerante inferiore ai 3&nbsp;kg<ref>{{Cita news|lingua=it-it|cognome=NES|url=http://nuovisistemienergetici.it/index.php/r32-gas-refrigerante-amico-dell-ambiente|titolo=R32: Il gas refrigerante amico dell’ambiente|pubblicazione=Nes - Nuovi Sistemi Energetici|accesso=2018-07-26}}</ref>.
 
==Note==
24 068

contributi