Frank Marshall (scacchista): differenze tra le versioni

Nessun oggetto della modifica
 
Nel [[1914]] Marshall fu tra i finalisti del grande torneo di [[Torneo di San Pietroburgo 1914|San Pietroburgo]]: in quanto tale lo [[zar]] [[Nicola II di Russia|Nicola II]] lo gratificò con l'assegnazione del titolo di [[Grande Maestro Internazionale]], coniato in quell'occasione.
 
Nel [[1915]] aprì il Marshall Chess Club (Marshall's Chess Divan at Keene's Chop House).
 
Nel [[1920]] vinse l'American Chess Congress.
 
Nel [[1922]] Frank Marshall giocò 155 partite contemporaneamente al National Club di Montreal, in Canada, un record mondiale. Ha segnato 126 vittorie, 21 pareggi e 8 sconfitte in poco più di 7 ore. Una settimana dopo, quando Marshall tornò a New York, ripeté ogni singola mossa di ogni partita, riuscì a ricordare alla perfezione 154 delle 155 partite.
 
Negli [[Anni 1930|anni trenta]] Marshall guidò la squadra statunitense alla vittoria di quattro medaglie d'oro consecutive alle [[Olimpiadi degli scacchi]]. Anche se va sottolineato che l'[[Unione Sovietica]] non prese parte a quelle competizioni, un simile risultato non si registrò mai più nella storia degli scacchi a stelle e strisce.
Utente anonimo