Differenze tra le versioni di "Leveraged buyout"

Aggiunte note
m
(Aggiunte note)
{{NN|economia|marzo 2021}}Il '''''leveraged buyout''''' ('''LBO''') è un'operazione di [[finanza]] finalizzata all'[[acquisizione]] di una [[Società (diritto)|società]] detta "società target" mediante lo sfruttamento della capacità di [[indebitamento]] della società stessa<ref>{{cita web|url=https://st.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/100-parole/Economia/L/lbo-leveraged-buy-out.shtml|titolo=L – Lbo (Leveraged buy-out)|pubblicazione=[[Il Sole 24 Ore]]|accesso=23 marzo 2021}}</ref><ref>{{cita testo|curatore=Gian Carlo Loraschi|voce=Leveraged buy-out|enciclopedia=Nuovissimo dizionario di banca, borsa e finanza|volume=4|editore=Istituto per l'enciclopedia della Banca e della Borsa – Milano Finanza|città=Milano|anno=2005|url=https://www.bankpedia.org/termine.php?c_id=20862|via=bankpedia.org|oclc=879099630}}</ref><ref>{{cita web|url=https://www.aifi.it/glossario/|titolo=Glossario|editore=AIFI – Associazione italiana del private equity, venture capital e private debt|città=Milano|sito=aifi.it|citazione=Tecnica finanziaria diretta all'acquisizione di un'impresa mediante il ricorso prevalente al capitale di debito che verrà per lo più rimborsato con l'utilizzo dei flussi di cassa positivi generati dall'impresa stessa.|accesso=23 marzo 2021}}</ref>. Infatti, si acquisisce un'azienda comprando la quasi totalità delle sue azioni tramite denaro preso a prestito dalle banche; a garanzia di questa ingente somma, si mettono gli asset della società target.
 
== Descrizione e i tre metodi di finanziamento ==
Il ''leveraged buyout'' consiste nell'acquistare la quota di [[maggioranza]] (almeno il 51% del capitale sociale, fino al 90% o 100%) di una società anche laddove l'acquirente non ha in partenza tutto il denaro necessario. Una società si controlla se si possiede almeno il 51% del suo capitale sociale, siccome la propria scelta quando viene messa ai voti vale 51 su 100 in base al principio plutocratico. In alcuni casi, il ''leveraged buyout'' (acquisto di società tramite leva finanziaria) non riguarda tutta l'azienda, ma un suo ramo o un suo gruppo preciso di attività. I beni della società acquistata, detta "società target" (o "attività target"), vengono messi come garanzia/collaterale del debito, che può anche diventare insostenibile e fare finire in insolvenza la società target. I soldi per ripagare il credito si recuperano tramite i ricavi delle attività di business (ma la società deve avere un flusso di cassa imponente) e/o tramite la vendita di alcuni rami (anche non strategici) o asset della società target appena acquisita. La vendita di rami e unità della società si chiama ''break-up''. Siccome l'acquisto di una società con un flusso di cassa già imponente e molto profittevole e ottime prospettive di crescita rendono facile il ripagamento del debito e in più sono società attraenti e dal grande valore in generale, esse sono un classico target degli acquisti a leva<ref>{{Cita web|url=https://www.investopedia.com/terms/l/leveragedbuyout.asp|titolo=Leveraged Buyout}}</ref>.
 
In alternativa alle banche, si possono raccogliere finanziamenti a debito per l'acquisto tramite l'emissioni di obbligazioni societarie nel mercato ma, siccome il rischio è molto alto perché si lega a un acquisto a leva, il loro tasso di interesse è molto alto e vengono classificati dalle agenzie di rating come ''[[junk-bond]]'', cioè come spazzatura. I bond, in contesto di acquisto a leva, di solito sono emessi e venduti tramite un canale privato<ref>{{Cita web|url=https://www.investopedia.com/ask/answers/041315/how-are-leveraged-buyouts-financed.asp|titolo=Come si finanzia un LBO}}</ref>.
 
Come terza alternativa alle banche e alle obbligazioni, si può ricorrere al debito subordinato, detto anche ''mezzanine debt'' o ''junior debt''<ref>{{Cita web|url=https://www.investopedia.com/ask/answers/041315/how-are-leveraged-buyouts-financed.asp|titolo=Come si finanzia un LBO}}</ref>. Quest'ultimo è sempre denaro prestato ma senza richiesta di garanzia/collaterale (debito non garantito, l'opposto di debito garantito); di contro, viene richiesto un tasso di interesse alto proprio a causa dei rischi e può richiedere l'emissione di ''option'' e/o ''warrants''. Il ''senior debt'', di contro, è il comune debito che si accumula con prestiti bancari e emissioni di bond societari. I due tipi di debito possono anche affiancarsi. L'attività di finanziarsi tramite il debito subordinato si chiama ''mezzanine financing'' e una prima garanzia di ripagamento è l'offerta di questo tipo di debito a una società già ben avviata, non a una startup (infatti queste ultime tipicamente ricorrono al ''senior debt'').
 
L'acquirente può essere il ''management'' della compagnia target stessa (''management buyout''), di un'altra società (''management buyin''), o un misto dei due (''buy-in management buyout'') o un'altra società in generale (incluse le società che controllano fondi di ''private equity''). L'''employee buyout'' (EBO) riguarda invece l'acquisto di una società da parte dei lavoratori stessi per salvarla dal dissesto finanziario e/o dalla liquidazione; a volte anche il management buyout avviene per questi motivi. Ma anche l'EBO può avvenire tramite parziale indebitamento suddiviso tra i lavoratori.
Gli acquisti a leva vengono talvolta considerate delle tattiche predatorie e, siccome sono operazioni complesse, possono necessitare anche di qualche mese per essere completate.
 
Uno dei più grandi acquisti a leva è stato l'acquisto della Hospital Corporation of America (HCA) da parte della Kohlberg Kravis Roberts & Co. (KKR), Bain & Co. e della Merrill Lynch nel 2006. Le tre compagnie in totale hanno pagato circa trentatré miliardi di dollari per acquisire la HCA tramite LBO<ref>{{Cita web|url=https://www.investopedia.com/terms/l/leveragedbuyout.asp|titolo=Leveraged Buyout}}</ref>.
 
In generale, gli acquisti a leva hanno subito un'impennata storica negli [[Anni 1980|anni ottanta]] accompagnata da numerosi fallimenti di molte aziende acquistate con questo stratagemma. Il motivo dei fallimenti è il debito insostenibile per il livello di cassa siccome il denaro per pagare era al 100% a debito (cioè il ''leverage ratio'' era del 100% o quasi); oggi il livello di debito per l'acquisto si tende a modulare intorno al 90%, mentre il rimanente 10% è formato da soldi che non derivano da debiti, cioè da finanziamento tramite equity. In più, gli interessi sul prestito erano molto alti ''in primis'' perché l'investimento era piuttosto rischioso. Le società che gestiscono fondi di ''private equity'' di solito acquistano le società target con il 70-80% della cifra finanziato a debito e il rimanente 20-30% finanziato non a debito.
 
=== I cinque scenari di ''leveraged buyout'' ===
Esistono cinque scenari di ''leveraged buyout'', se si include anche la possibilità che la società target fallisca. I primi quattro sono collegati a un preciso piano<ref>{{Cita web|url=https://www.investopedia.com/articles/financial-theory/08/leveraged-buyouts.asp|titolo=I quattro scenari di leveraged buyout}}</ref>:
 
* Nel ''repackaging plan'', una compagnia quotata in borsa è acquistata tramiteacquisto a leva di tutte le sue azioni esistenti e circolanti, viene ristrutturata nel corso di qualche anno e si rivendono le sue azioni tramite un'offerta pubblica iniziale IPO. L'obiettivo finale è di guadagnare tramite l'innalzamento di valore dell'azienda, che si abbatte sul valore innalzato delle azioni.