Differenze tra le versioni di "Metodo Martinotti"

m
Virgola
(LiveRC : Annullate le modifiche di 37.161.48.163 (discussione), riportata alla versione precedente di K.Weise)
Etichetta: Annulla
m (Virgola)
Etichette: Modifica visuale Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica da mobile avanzata
Le uve utilizzate possono essere le stesse del metodo classico (le varietà cosiddette "neutre") ma, visto che il metodo ottiene colori più tenui, paglierino con vena verdolina, sapori più freschi e meno strutturati, profumi meno intensi, le uve più apprezzate sono il [[Moscato]], la [[Glera]], la [[Malvasia]] e, non per ultimo, il [[Brachetto (vitigno)|Brachetto]]. I due spumanti italiani più diffusi e famosi nel mondo sono realizzati, storicamente e pressoché unicamente, con il metodo Martinotti: essi sono l'[[Asti spumante|Asti]] e il [[Prosecco (vino)|Prosecco]]; senza dimenticare che quasi tutti i [[Lambrusco]], sia frizzanti che spumanti, sono prodotti in autoclave.
 
Il metodo Martinotti è anche chiamato, oltre che Charmat, anche "metodo della rifermentazione in autoclave" e spesso, nelle trattazioni straniere, viene citato come "metodo italiano"<ref>{{cita web|url=http://wine.about.com/od/vineyardvocab/g/charmatmethod.htm|titolo=Sito web wine.about.com|accesso=18 giugno 2013}}</ref> (questo è dovuto, non solo alla genesi, ma soprattutto alla grandissima diffusione di Prosecco, Asti, e Lambrusco nel mondo).
 
L'altro metodo per produrre spumanti naturali è il [[metodo classico]], secondo il quale la rifermentazione viene effettuata in bottiglia.
23 248

contributi