Differenze tra le versioni di "Abbazia di Monte Maria"

m
(→‎Storia: memoria dinastica sec. biblio)
 
==Storia==
L'abbazia venne fondata dai nobili di [[Tarasp]] nel XII secolo, ovvero attorno al [[1150]], nello stesso luogo dove sorgeva una piccola cappella dedicata alla Vergine Maria e trasferendo qui da [[Scuol|Scuol-Schuls]] nell'[[Engadina]] la loro fondazione monastica del tardo [[XI secolo]] istituendo con essa un luogo della [[Memoria (filosofia)|memoria]] dinastica familiare<ref>[[Hannes Obermair]], ''Macht, Herrschaft, Kultur im Tiroler Alpenraum des 12. und 13.Jahrhunderts'', in Helmut Stampfer (a cura di), ''Romanische Wandmalerei im Alpenraum. Wissenschaftliche Tagung, 16. bis 20. Oktober 2001, Bildungshaus Schloss Goldrain'' (= Veröffentlichungen des Südtiroler Kulturinstitutes, vol. 4), Athesia-Tappeiner, Bolzano 2004, ISBN 88-7073-353-X, pp. 11–24, qui p. 17.</ref>.
 
Il monaco Goswin nella seconda metà del [[Trecento]] redasse una storia del monastero, il ''Registrum monasterii Montis sancti Marie''.<ref>''Das Registrum Goswins von Marienberg'', a cura dell'Archivio Provinciale di Bolzano (Veröffentlichungen des Südtiroler Landesarchivs, 5), Innsbruck, Wagner, 1996. ISBN 3-7030-0282-4</ref> Inoltre riordinò l'archivio, estendendo diversi registri documentali che conservano sino a oggi la ricca documentazione medievale del monastero.