Carta: differenze tra le versioni

1 684 byte aggiunti ,  1 anno fa
m
Annullate le modifiche di 93.58.113.135 (discussione), riportata alla versione precedente di Elwood
Etichetta: Annullato
m (Annullate le modifiche di 93.58.113.135 (discussione), riportata alla versione precedente di Elwood)
Etichetta: Rollback
Nelle moderne cartiere in continuo si procede facendo drenare la sospensione di cellulosa dalla cassa d'afflusso (circa al 3% di cellulosa come [[residuo secco]]) attraverso una fessura larga quanto la macchina su una tela che scorre in continuo: le fibre si concentrano e si compattano (allineandosi preferenzialmente in senso macchina) formando il foglio iniziale (ca. 80% acqua). La velocità della tela in rapporto alla velocità di deflusso delle fibre dalla cassa d'afflusso determinano la "quadratura" della carta, cioè l'orientamento delle fibre e quindi le resistenze meccaniche trasversali e longitudinali.
Segue la pressatura che viene eseguita in continuo nella seccheria con dei rulli dotati di feltri: le fibre si compattano maggiormente e il foglio subisce una laminazione perdendo ancora acqua e arrivando a una concentrazione del 3-4%. Da qui nascono i termini "lato feltro" e "lato tela" della carta.
 
=== Trattamenti superficiali ===
La carta grezza ottenuta pressando la polpa è piuttosto assorbente e non presenta una superficie adatta per la [[scrittura]] o per altre applicazioni come la [[Stampa (processo)|stampa]] (o ad esempio la [[silicone|siliconatura]] per le etichette autoadesive). Per questo motivo viene utilizzata un'ampia gamma di additivi per ottenere le proprietà desiderate. Questi vengono applicati come rivestimento sulla superficie, formando la ''patina''.
 
Gli agenti patinanti sono di solito [[polimero|polimeri]] studiati per ottenere una migliore superficie su cui scrivere. Sono impiegati l'[[amido]], il [[Polivinil acetato|poliacetato di vinile]] (PVA) e molti altri prodotti per realizzare tipi diversi di carta.
La patinatura può anche migliorare la superficie lisciandola. La matrice di fibra è rugosa e per renderla liscia si utilizza spesso il [[caolino]]. La carta patinata delle riviste per esempio, è ottenuta in questo modo.
L'aspetto lucido (per esempio delle copertine delle riviste) è aggiunto successivamente alla [[Stampa (processo)|stampa]], applicando uno strato trasparente (come uno [[smalto]]) sulla pagina stampata, e non è quindi una caratteristica originale della carta.
 
Altri additivi vengono aggiunti per migliorare altre caratteristiche specifiche della carta, a seconda delle applicazioni.
 
Seguendo il percorso della carta in una macchina di cartiera vengono applicati dunque dei "[[Imprimitura|primer]]" per modificarne le caratteristiche superficiali (''sizing''). Generalmente si applicano soluzioni di [[alcool polivinilico]] e [[carbossimetilcellulosa]], oppure una soluzione con le cariche per le carte patinate.
 
=== Essiccamento ===
50 926

contributi