Target instant payment settlement: differenze tra le versioni

Nel 2015 l'Eurosistema ha iniziato a riflettere sulla strategia per il futuro sviluppo della sua infrastruttura di mercato. Il suo obbiettivo era promuovere un buon funzionamento dei sistemi di pagamento.
Con il panorama globale dei pagamenti in continua trasformazione, a partire dal 2016 si è assistito a una crescente domanda per il regolamento quasi in tempo reale dei pagamenti al dettaglio, noto anche come pagamenti istantanei.
Nel novembre 2017, l'European Payments Council (EPC) ha lanciato il suo schema SCT Inst (SEPA Instant Credit Transfer), per offrire una soluzione paneuropea di pagamento istantaneo in euro, supportato da moneta della banca centrale. Soluzione offerta poi da TIPS.<ref>https://www.ecb.europa.eu/pub/annual/html/ar2017.en.html#IDofChapter3_4_1</ref>
<ref>{{https://www.ecb.europa.eu/pub/annual/html/ar2017.en.html#IDofChapter3_4_1}}</ref>
 
In ambito [[Eurosistema]] la [[Banca centrale europea|Banca Centrale Europea]], sin dall'introduzione della [[euro|moneta unica]], ha avviato diverse iniziative per promuovere il processo di integrazione nei mercati finanziari dei paesi membri:<ref>{{Cita web|lingua=en|url=https://www.ecb.europa.eu/press/key/date/2016/html/sp160926.en.html |titolo="The next steps in the evolution of the Eurosystem’s market infrastructure"|autore=Banca Centrale Europea |data=26 settembre 2016}}</ref>