Differenze tra le versioni di "Edwin Valero"

181 byte rimossi ,  27 giorni fa
m
Bot: sintassi delle note e modifiche minori
m (Bot: sintassi delle note e modifiche minori)
In quel momento il record professionale di Valero era di 27-0 (27 KO) che lo rendeva uno dei più pericolosi picchiatori in circolazione. La sua esplosiva aggressività e i suoi potenti colpi lo rendevano un avversario scomodo ma anche appetibile per i tanti campioni che volevano porre fine alla sua striscia di KO e al suo cartellino perfetto. Tra le tante opportunità si concretizzò sempre di più una sfida con il leggendario [[Manny Pacquiao]],<ref>{{Cita web|url=https://bleacherreport.com/articles/342332-why-not-manny-pacquiao-vs-edwin-valero|titolo=Why Not Manny Pacquiao Vs Edwin Valero?|autore=Ja Dawson|sito=Bleacher Report|lingua=en|accesso=2021-04-14}}</ref> e Valero era diventato ormai una celebrità a livello mondiale ma soprattutto nel suo paese, il [[Venezuela]]. Strinse in quel periodo una forte amicizia con il presidente [[Hugo Chávez|Hugo Chavez]] (notoriamente interessato allo sport) e divenne un eroe nazionale<ref>{{Cita web|url=https://www.tudn.com/boxeo/edwin-valero-el-inca-invicto-chavista-y-asesino|titolo=Edwin Valero: 'El Inca' invicto, chavista y asesino|autore=Univision|sito=Univision|lingua=spanish|accesso=2021-04-14}}</ref>, affetto che il pugile ricambiava fortemente sfoggiando spesso i colori della sua nazione nei suoi incontri ed interviste.
 
La stella di Valero nel firmamento pugilistico era destinata probabilmente ancora a crescere ma di lì a poco si offuscò per non risplendere mai più.
 
==== Il declino ====
 
== Morte ==
Dopo l'omicidio della moglie, Valero fu tradotto nella prigione di [[Valencia (Venezuela)|Valencia]] dove gli venne riscontrata una forte depressione e dipendenza da stupefacenti.<ref>{{Cita web|urlname=https://www."espn.com/sports/boxing/news/story?id=5112471|titolo=Valero," held in wife's death, kills himself in jail|sito=ESPN.com|data=2010-04-19|lingua=en|accesso=2021-04-13}}</ref> Dopo la visita medica, temendo per la sua incolumità gli furono sottratti i lacci delle scarpe e la cintura.
 
La notte tra il 18 il 19 aprile 2010 un detenuto del carcere avvertì degli strani rumori provenienti dalla cella di Valero e avvisò una guardia penitenziaria, Wilmer Flores. L'agente, entrato nella stanza trovò il pugile impiccato con i suoi pantaloni (che per decenza non gli erano stati confiscati) e tentò di liberarlo dichiarando che mostrava ancora segni di vita. Nonostante i tentativi di rianimarlo, Edwin Valero venne dichiarato morto alle 01:30 per soffocamento e registrata come suicidio.
2 973 236

contributi