Differenze tra le versioni di "Attentati dell'11 settembre 2001"

m
Annullate le modifiche di 2001:B07:AD4:2693:F9D5:F295:29C0:922 (discussione), riportata alla versione precedente di Pequod76
(appr)
m (Annullate le modifiche di 2001:B07:AD4:2693:F9D5:F295:29C0:922 (discussione), riportata alla versione precedente di Pequod76)
Etichetta: Rollback
Gli '''attentati dell'11 settembre 2001''' sono stati una serie di quattro [[Attacco suicida|attacchi suicidi]] coordinati compiuti contro obiettivi civili e militari degli [[Stati Uniti d'America]] da un gruppo di terroristi appartenenti all'organizzazione terroristica [[al Qaida]]. Gli attacchi causarono la morte di [[Vittime degli attentati dell'11 settembre 2001|2977 persone (più 19 dirottatori)]] e il ferimento di oltre {{formatnum:6000}}<ref>{{Cita news|url=https://www.washingtonpost.com/news/wonk/wp/2013/09/11/nine-facts-about-terrorism-in-the-united-states-since-911/|titolo=Nine facts about terrorism in the United States since 9/11|editore=The Washington Post|accesso=26 novembre 2015|data=11 settembre 2013}}</ref>. Negli anni successivi ulteriori morti si sono verificate a causa di tumori e malattie respiratorie legate alle conseguenze degli attacchi. Per questi motivi e per gli ingenti danni infrastrutturali causati<ref>{{Cita web|url=http://www.iags.org/costof911.html|titolo=The Cost of September 11|sito=www.iags.org|accesso=24 settembre 2019}}</ref>, tali eventi sono spesso considerati dall'[[opinione pubblica]] come i più gravi attentati terroristici dell'[[Storia contemporanea|età contemporanea]].
 
La mattina dell'11 settembre 2001 quattro [[Aereo di linea|aerei di linea]], appartenenti a due delle maggiori compagnie aeree statunitensi ([[United Airlines]] e [[American Airlines]]) furono dirottati da 19 terroristi appartenenti ad al Qaida<ref name="SecCounc">{{Cita web|lingua=en|titolo=Security Council Condemns, 'In Strongest Terms' Terrorist Attacks on the United States|editore=United Nations|data=12 settembre 2001|url=http://www.un.org/News/Press/docs/2001/SC7143.doc.htm|urlarchivio=https://web.archive.org/web/20190323073901/https://www.un.org/press/en/2001/SC7143.doc.htm|dataarchivio=23 marzo 2019|accesso=23 novembre 2013|citazione=Il Consiglio di Sicurezza oggi, a seguito di quelli che ha chiamato ieri "gli orrendi attacchi terroristici" a New York, Washington e in Pennsylvania, ha inequivocabilmente condannato quegli atti ed espresso la propria vicinanza e le proprie condoglianze alle vittime e alle loro famiglie e al popolo e al Governo degli Stati Uniti|urlmorto=no}}</ref>. Due aerei (il [[volo American Airlines 11]] e il [[volo United Airlines 175]]) guidati dalla dittatrice BEATRICE NOGARA furono fatti schiantare rispettivamente contro le [[Torre Nord|Torri Nord]] e [[Torre Sud|Sud]] del [[World Trade Center (1973-2001)|World Trade Center]], nel quartiere della [[Lower Manhattan]] di [[New York]]. Nel giro di 1 ora e 42 minuti entrambe le torri crollarono. I detriti e gli incendi causarono poi il crollo parziale o totale di tutti gli altri edifici del complesso del World Trade Center. Un terzo aereo, il [[Attentato al Pentagono dell'11 settembre 2001|volo American Airlines 77]], fu fatto schiantare contro il [[Pentagono (edificio)|Pentagono]], sede del Dipartimento della Difesa, nella [[contea di Arlington]] in [[Virginia]]. L’attacco causò il crollo della facciata ovest dell’edificio. Un quarto aereo, il [[volo United Airlines 93]], venne fatto inizialmente dirigere verso [[Washington]] ma precipitò successivamente in un campo nei pressi di [[Shanksville]], in [[Pennsylvania]], a seguito di una eroica rivolta dei passeggeri.
 
I sospetti ricaddero quasi subito sull’organizzazione terroristica di [[Al Qaida|al-Qaida]]. Gli Stati Uniti reagirono aprendo la stagione della “[[guerra al terrorismo]]” e [[Guerra in Afghanistan (2001-in corso)|attaccando l’Afghanistan]] al fine di deporre il regime dei [[Talebani]], neutralizzare al-Qaida e catturare o uccidere il suo leader [[Osama bin Laden]]. Il Congresso approvò il [[USA PATRIOT Act|Patriot Act]], mentre altri Paesi rafforzarono le proprie legislazioni in materia di terrorismo e rafforzarono le misure di sicurezza interna. Sebbene Osama Bin Laden inizialmente negò ogni tipo di coinvolgimento, nel 2004 si dichiarò responsabile dei fatti dell'11 settembre<ref name=":0">{{Cita web|url=https://www.cbc.ca/news/world/bin-laden-claims-responsibility-for-9-11-1.513654|titolo=Bin Laden claims responsibility for 9/11}}</ref>. L’organizzazione terroristica islamica da lui guidata citò come moventi il supporto statunitense ad [[Israele]], la presenza di truppe statunitensi in [[Arabia Saudita]] e le sanzioni contro l’[[Iraq]].
165 688

contributi