Assassinio di John Fitzgerald Kennedy: differenze tra le versioni

m
correzioni formali varie
(→‎I nemici di Kennedy: correzione link)
m (correzioni formali varie)
L''''assassinio di John Fitzgerald Kennedy''', trentacinquesimo [[presidente degli Stati Uniti d'America]], venne commesso venerdì 22 novembre [[1963]] a [[Dallas]], [[Texas]], alle 12:30 ora locale (18:30 [[Tempo coordinato universale|UTC]]).
 
Mentre viaggiava con la moglie [[Jacqueline Kennedy Onassis|Jacqueline]], con il governatore [[John Connally]] (ferito gravemente) e la moglie di quest'ultimo [[Nellie Connally|Nellie]] a bordo della [[limousine]] presidenziale, Kennedy fu ferito mortalmente nella [[Dealey Plaza]] da colpi di [[fucile]] sparati dal [[Magazzino|magazziniere]], [[Rivoluzione cubana|attivista castrista]] ed ex ''[[United States Marine Corps|marine]]'' [[Lee Harvey Oswald]].
 
Per indagare sull'accaduto il nuovo presidente [[Lyndon B. Johnson]] creò un'apposita commissione d'inchiesta, la [[commissione Warren]], le cui indagini - svolte tra il 1963 e il 1964 - affermarono che Kennedy fu colpito da un unico [[cecchino]] (''lone gunman theory'').<ref name="Index Warren">{{Cita web|lingua=en|url=https://www.archives.gov/research/jfk/warren-commission-report/chapter-1#conclusions|titolo=WarrerWarren Commission ReportoReport: Coclusions|editore=National Archives|accesso=24 aprile 2014}}, 1964. p. 18</ref> Questa conclusione incontrò inizialmente un ampio sostegno da parte del pubblico statunitense, ma successivi [[Sondaggio d'opinione|sondaggi d'opinione]], a partire dal ''Gallup poll'' del [[1966]], dimostrarono come molti deidegli lettorielettori fossero invece di parere contrario,<ref>{{en}} [https://news.gallup.com/poll/165893/majority-believe-jfk-killed-conspiracy.aspx ''Majority in U.S. Still Believe JFK Killed in a Conspiracy'']. Art Swift. Gallup. November 15, 2013.</ref>,<ref>{{en}} {{cita news|lingua=en|cognome=Murphy|nome=Jarrett|url=https://www.cbsnews.com/news/40-years-later-who-killed-jfk-20-11-2003/|titolo=40 Years Later: Who Killed JFK?|pubblicazione=CBS News|data=21 novembre 2003|accesso=24 aprile 2014}}</ref><ref>{{en}} {{cita news|lingua=en|cognome=Langer|nome=Gary|url=https://abcnews.go.com/images/pdf/937a1JFKAssassination.pdf|titolo=Legacy of Suspicion - Decades After, Few Accept the Official Explanation for JFK Assassination|pubblicazione=ABC News|data=16 novembre 2003|formato=pdf|accesso=24 aprile 2014}}</ref> tanto che nel [[1976]] venne creato un nuovo organo, la [[United States House Select Committee on Assassinations]] (HSCA) che presentò il risultato del suo lavoro nel [[1979]].
 
La HSCA, basandosi in parte su prove acustiche<ref>{{en}} {{Cita web|url=https://www.maryferrell.org/pages/Acoustics_Evidence.html|titolo=Acoustic Evidence (registrazione degli spari da parte della polizia di Dallas)|editore=Mary Ferrell Foundation|accesso=}}.</ref>,<ref>{{en}} [https://www.youtube.com/watch?v=TUZFsvCmJHE&t=17s ''Zapruder Film with Dictabelt Recording 1'']. Youtube.
== Contesto ==
=== Il comportamento di Kennedy e i problemi di sicurezza personale ===
La condotta personale di JFK costituiva un grosso problema per gli addetti alla sua personale sicurezza; a titolo di esempio, si narra che, JFK era solito ricevere nel locale con piscina, che aveva fatto predisporre presso la Casa Bianca, due avvenenti fanciulle le cui identità personali erano ignote persino al personale della sicurezza, che le aveva soprannominate "Fiddle & Faddle". Durante la permanenza in piscina del Presidente, neanche gli agenti preposti alla sua sicurezza personale vi avevano accesso.<ref>{{cita|Klein}}, 2007 p. 186-187.</ref> Inoltre, numerose erano le donne giovani e attraenti, molte impiegate in uffici della [[Casa Bianca]], con le quali JFK s'intratteneva sessualmente, così come lo erano altre ragazze che ebbero con lui rapporti rapidi e occasionali: ''hostess'', donne del mondo dello spettacolo, giovani che aveva conosciuto quando queste lavoravano per la sua campagna elettorale e anche prostitute, tutte definite dai Servizi di sicurezza come ''happening babies'' (ragazze per l'occasione).<ref>{{cita|Klein}}, 2007 p. 190</ref> Tutto ciò veniva fatto con l'impegno assoluto a non insospettire la moglie Jacqueline, impegno che coinvolgeva ''in primis'' il suo assistente Dave Powers e, a seguire, i servizi di sicurezza, i quali si trovavano nell'ingrata e inattesa incombenza di dover proteggere il Presidente non solo dai nemici potenziali, ma anche dalla sua legittima sposa.<ref>{{cita|Klein}}, 2007 p. 194</ref> Naturalmente l'opinione pubblica americana era del tutto ignara dei comportamenti libertini del Presidente, così come poco si sapeva delle sue frequenti assenze, dovute a motivi della sua malandata salute.<ref>{{cita|Klein}}, 2007 p. 187-188</ref>
 
L'aria di complicità che permeava l<nowiki>{{'</nowiki>}}''entourage'' stretto del Presidente (inclusi gli uomini dei servizi di sicurezza, che, per altro, lo adoravano per il suo passato di eroe della [[seconda guerra mondiale]]),<ref>{{cita|Klein}}, 2007 p. 195</ref> la cordialità con cui tutti costoro venivano trattati da JFK, l'andazzo di "lasciar correre", violando così i rigidi regolamenti dei Servizi, in numerose delle occasioni degli incontri clandestini del Presidente, anche durante i suoi viaggi, a causa di disposizioni più o meno esplicite del medesimo, portò a un rilassamento della sicurezza che era molto pericoloso. La notte precedente l'attentato, un gruppo di agenti deputati alla scorta del presidente si attardò fino a notte inoltrata a bere liquori nonostante la mattina alle ore otto dovessero prendere servizio, violando così palesemente il regolamento che vietava agli agenti di scorta al Presidente di assumere alcolici o stupefacenti.<ref>{{cita|Klein}}, 2007 p. 197</ref>
 
=== L'annuncio del viaggio a Dallas ===
 
==== ''Dallas Morning News'' pubblica un articolo a lutto ====
Il 22 novembre 1963 a Dallas, il quotidiano ''Dallas Morning News'' (Notizie del Mattino di Dallas) pubblicò una pagina a pagamento, firmata da Bernard Weissman<ref>{{en}} {{cita web |url=https://spartacus-educational.com/JFKweissmanB.htm|titolo=Bernard Weissman }}, Spartacus Educational.</ref>, intitolata "Benvenuto Sig. Kennedy" (''Welcome Mr. Kennedy'')<ref>{{en}} [http://www.aarclibrary.org/publib/jfk/wc/wcvols/wh18/html/WH_Vol18_0425a.htm WH18 CE 1031] Commission Exibhit N. 1031. Welcome Mr. Kennedy by Bernard Weissman. Pag. 835.</ref><ref>{{en}} [http://www.latinamericanstudies.org/mrkennedy.htm ''Welcome Mr. Kennedy'']. The Dallas Morning News. Nov. 22, 1963.</ref> bordata a lutto e contenente una serie di imputazioni per azioni che Kennedy avrebbe compiuto, pagata da tre uomini d'affari, Edgar R. Crissey, Nelson Bunker Hunt e H. R. Bum Bright, membri della [[John Birch Society]]<ref>{{en}} [http://www.archives.gov/research/jfk/warren-commission-report/chapter-6.html#political WR 6 Political contacts] ''Warren Report'', Cap. 6. Investigation of Possible Conspiracy. Pagp. 296, par. 471-472.</ref>.
 
In questa pagina, Weissman rimproverava a Kennedy la politica della [[Nuova Frontiera]], la politica in [[America Latina]], specialmente a [[Cuba]], di avere abbracciato [[Nikita Khruščёv|Krusciov]] e [[Josip Broz Tito|Tito]], di avere sovvenzionato il governo [[cambogia]]no e di avere fatto amicizia con altri [[Comunismo|comunisti]]<ref>{{en}} [http://www.latinamericanstudies.org/mrkennedy.htm Welcome Mr.Kennedy] idem come sopra. (Transcript).</ref>.
 
==== ''Wanted for treason'' ====
 
====Le premonizioni di Kennedy e di Jacqueline====
Kennedy stesso si rendeva conto di quanto fosse pericoloso quel viaggio,; la mattina medesima del 22 novembre, guardando dalla finestra della sua camera all'Hotel Texas di [[Fort Worth]], dove aveva pernottato giungendo da [[Houston]], JFK disse, indicando il podio dal quale avrebbe tenuto un breve discorso: «Guardate il podio, con tutti quei palazzi intorno i servizi segreti non sarebbero mai in grado di fermare chi volesse colpirmi». Alla moglie, che esprimeva la sua preoccupazione per i rischi di un attentato, JFK aveva dato ragione, dicendo poi: «Oggi entriamo in una zona di fanatici… Sai, ieri sera sarebbe stata perfetta per uccidere un presidente. Intendo dire, supponi che un uomo nascondesse una pistola in una valigetta – mimò quindi uno sparo – poi avrebbe potuto lasciar cadere pistola e valigetta e mescolarsi alla folla.».<ref>{{cita|Klein}}, 2007 p. 198</ref>
 
==I nemici di Kennedy==
Il primo motivo per cui il Presidente Kennedy doveva morire è stata la sua volontà di porre fine alla [[Guerra fredda]], aprendo un nuovo dialogo con i [[Comunismo|comunisti]], sia con [[Nikita Krusciov]] che con [[Fidel Castro]].
I principali fautori dell'[[anticomunismo]] e della Guerra Fredda erano stati i fratelli Dulles, [[John Foster Dulles]], come [[Segretario di Stato degli Stati Uniti d'America|Segretario di Stato]] e [[Allen Welsh Dulles]], come direttore della [[CIA]].
John Foster Dulles, dette impulso a un "''New look"'' per la strategia di contenimento, chiedendo una maggiore fiducia nelle [[Arma nucleare|armi nucleari]] contro i nemici statunitensi in tempo di guerra. Dulles enunciò anche la dottrina della [[rappresaglia massiccia]], minacciando una severa risposta da parte degli [[Stati Uniti]] a qualsiasi aggressione dell'[[Unione Sovietica]]. Possedere una superiorità nucleare permise, ad esempio, a [[Dwight D. Eisenhower|Dwigth Eisenhower]] di far fronte alle minacce sovietiche riguardo a un possibile intervento in Medio Oriente durante la [[crisi di Suez]] del 1956. I piani statunitensi della fine degli anni 1950 per una un'eventuale [[guerra nucleare]] includevano la distruzione [[Crimine di guerra|criminale]] sistematica dei 1.200 maggiori centri urbani appartenenti al blocco orientale e alla [[Cina]], tra cui [[Mosca]], [[Berlino Est]] e [[Pechino]], con le loro popolazioni civili annoverate tra gli obiettivi primari.
Il Presidente Kennedy invece voleva una [[risposta flessibile]], non nucleare e voleva accordarsi con l'[[Unione Sovietica]] di Krusciov per ridurre gli arsenali atomici.
La CIA, finanziò una lunga lista di progetti per contrastare l'attrattiva che rappresentava il comunismo tra gli intellettuali in Europa e nel mondo in via di sviluppo. La CIA intraprese segretamente anche una campagna di propaganda domesticanazionale chiamata ''Crusade for Freedom''.
 
Il secondo motivo riguarda il fallimento dell'[[Invasione della baia dei Porci|invasione di Cuba]], presso la Baia dei Porci. Coinvolti in quest'operazione c'eraerano Allen Dulles, direttore della CIA, che aveva progettato l'invasione.<ref>{{en}} [https://www.gwu.edu/~nsarchiv/bayofpigs/chron.html ''Bay of Pigs: 40 Years After - Chronology], The National Security Archive</ref> Coinvolti, gli anticastristi che si erano arruolati per comporre la forza di invasione. Coinvoltiinvasion, i mafiosi assoldati da Allen Dulles per sparare a Fidel Castro, durante l'invasione, detta [[Operazione 40]].
Al Presidente Kennedy veniva addebitato inoltre il fallimento per non aver concesso l'invio di aerei americani e in seguito di truppa a sostegno della forza di invasione. Il principale accusatore in questo campo è stato il generale Charles Cabel,<ref>[https://spartacus-educational.com/JFKcabelC.htm ''Charles Cabel'']. Spartacus Educational. </ref> vicedirettore della CIA.
 
[[Cosa nostra statunitense|Cosa Nostra]], la mafia statunitense combattuta da [[Robert Kennedy]], ministro della Giustizia e fratello del presidente, anch'egli assassinato in circostanze misteriose., attraverso [[Sam Giancana]], che è stato ritenuto il mandante dell'assassinio dei due Kennedy. Si ritiene che Sam Giancana, [[Santo Trafficante Jr.]] e [[Carlos Marcello]] siano stati gli ideatori dell'assassinio del Presidente Kennedy.
 
Kennedy voleva un ritiro completo dei militari americani dal conflitto in Vietnam, al quale si opponevano il Pentagono, i generali militari, gli industriali e i senatori coinvolti nel [[complesso militare-industriale e politico]].
 
La [[Federal Bureau of Investigation]], l'FBI, l'ente di polizia federale per le investigazioni all'interno del territorio degli Stati Uniti. Kennedy minacciava di rimuovere il suo capo [[J. Edgar Hoover]], ritenuto "ambiguo" dal Presidente Kennedy. [[Edgar_Hoover#Critiche|Hoover fu criticato]] per essere stato negligente sia nel proteggere il Presidente Kennedy, sia nello svolgimento delle indagini sugli eventuali assassini. Non collaborava con la già negligente polizia di Dallas
94 182

contributi