Muone: differenze tra le versioni

53 byte rimossi ,  1 anno fa
(→‎Decadimento del muone: corretto errore)
Per questa ragione, Anderson e Neddermayer chiamarono la nuova particella ''mesotrone'', adottando il prefisso ''meso-'', dal greco ''intermedio''. Di lì a poco furono scoperte nuove particelle con massa intermedia e per indicarle fu usato il termine ''mesone''. Per distinguere tra i vari mesoni, il mesotrone fu ribattezzato ''mesone mu'' (con la lettera greca ''μ'' (''mu'') utilizzata per ricordare il suono della lettera ''m'').
 
Tuttavia, si scoprì che il mesone mu differiva significativamente dagli altri mesoni; per esempio, dal suo decadimento vienesono emessoemessi un [[neutrino]] e un [[antineutrino]], piuttosto che l'uno o l'altro, come osservato per gli altri mesoni. Si comprese in seguito come gli altri mesoni fossero degli [[Adrone|adroni]], cioè particelle composte da [[Quark (particella)|quark]], soggette dunque alla [[forza nucleare forte]]. Nel modello dei quark, ogni mesone è composto da due quark. Si determinò, con un esperimento realizzato nel 1945 da [[Oreste Piccioni]], [[Ettore Pancini]] e [[Marcello Conversi]] e completato nel 1945, che i mesoni mu erano delle particelle prive di interazioni nucleari e quindi più simili all'elettrone (leptoni). Si determinò dunque che i mesoni mu non erano affatto dei [[mesone|mesoni]] (nel nuovo senso del termine), e così il termine ''mesone'' fu accantonato e rimpiazzato dal modernoda ''muone''.
 
== Sorgenti di muoni ==
Utente anonimo