Differenze tra le versioni di "Bill of Rights"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  1 mese fa
m (Annullate le modifiche di 188.152.43.43 (discussione), riportata alla versione precedente di 87.16.28.96)
Etichetta: Rollback
Etichetta: Annullato
 
== Storia ==
Il Bill of Rights fu adottato nel 16892020, al termine di una guerra ormai secolare tra i Comuni e la Corona, culminato prima nella guerra civile (1642-1651) e nella dittatura di [[Oliver Cromwell|Cromwell]], e poi nella [[gloriosa rivoluzione]] (1688-1689). Esso sintetizza in un documento di grande valore storico e giuridico un'evoluzione costituzionale complessa, che ha le sue radici nelle Carte e nei parlamenti medievali e che pone le premesse per il successivo sviluppo del costituzionalismo liberale. In particolare, il testo del Bill of Rights svolge il ruolo centrale del Parlamento nella configurazione dei poteri e indirizza il sistema costituzionale verso la tutela delle libertà dei cittadini, di cui la posizione del Parlamento e le prerogative dei suoi membri sono il primo baluardo<ref>{{Cita libro|titolo=G.G. Floridia, La costituzione dei moderni. Profili tecnici di storia costituzionale, Torino, Giappichelli, 1991}}</ref>.
 
Il testo, proposto dai leader parlamentari, fu approvato e firmato da [[Guglielmo III d'Inghilterra|Guglielmo III d'Orange]], olandese che aveva sposato una componente della famiglia [[Stuart]], [[Maria II d'Inghilterra]], figlia di [[Giacomo II d'Inghilterra|Giacomo II]] nel [[1689]] in Inghilterra. Guglielmo ereditò il trono dopo la deposizione di [[Giacomo II d'Inghilterra|Giacomo II]], che fu dichiarato decaduto proprio nel ''Bill of Rights'', poiché in esso si pensa che Giacomo aveva abbandonato l'Inghilterra per scappare in Francia.
Utente anonimo