Differenze tra le versioni di "Gran Premio d'Australia 2012"

Annullata la modifica 120029060 di 37.160.11.243 (discussione) cerchiamo di non appesantire le voci con decine di "curiosità" statistiche...
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Annullato
(Annullata la modifica 120029060 di 37.160.11.243 (discussione) cerchiamo di non appesantire le voci con decine di "curiosità" statistiche...)
Etichetta: Annulla
 
Al 37º giro, poco dopo che le due McLaren e Alonso hanno effettuato il secondo ''pit stop'', [[Vitalij Aleksandrovič Petrov|Vitalij Petrov]] della [[Caterham F1 Team|Caterham]] si ferma nel rettilineo di partenza e pertanto i commissari fanno entrare in pista la ''[[Safety car]]''. Vettel e Webber approfittano della situazione per compiere la loro sosta e guadagnare una posizione a testa ai danni della McLaren di Hamilton e della Ferrari di Alonso, che riesce di stretta misura a rimanere davanti allo scatenato [[Pastor Maldonado]]. Alla ripartenza [[Jenson Button]], in testa, è costretto a guardarsi da Vettel; seguono poi Hamilton, Webber, Alonso e Maldonado. Pérez, unico a non fermarsi per il secondo stop, risale al settimo posto, mentre Kobayashi ha passato Raikkonen per il nono posto, alla ripartenza. Al 48º giro Ricciardo attacca [[Felipe Massa]] alla ''Whiteford'' con Senna che cerca di approfittarne, ma i due connazionali vengono a contatto finendo larghi alla ''curva 4''. Entrambe le vetture sono danneggiate: Senna ha una foratura ma può continuare dopo aver effettuato il ''pit-stop'', Massa invece deve ritirarsi per un danno più serio alla sospensione. Button allunga nuovamente senza problemi lasciando il terzetto che segue a giocarsi le altre posizioni da podio. Maldonado invece mette sotto pressione Alonso per il quinto posto.
 
Negli ultimi giri non cambiano le prime quattro posizioni e Button può così vincere la gara inaugurale della stagione; l'inglese s'impone per la terza volta in [[Gran Premio d'Australia|Australia]], ottenendo anche il giro più veloce. [[Pastor Maldonado]], proprio all'ultimo giro, commette un errore finendo a muro ed è perciò costretto al ritiro mentre Alonso conclude la gara al quinto posto. Grande confusione nell’ultimo giro; Pérez, in crisi di gomme, viene a contatto con Rosberg che, con la vettura danneggiata, conclude al rallentatore. Ne beneficiano ano [[Kamui Kobayashi]] che chiude in sesta posizione e [[Kimi Räikkönen]] che, dopo essere partito 17º, rimonta e conclude in settima posizione, conquistando i suoi primi punti iridati dal suo rientro in [[Formula 1]], per la prima volta dal [[Gran Premio del Brasile 2009]] su [[Scuderia Ferrari|Ferrari]]. Alla fine [[Sergio Pérez (pilota automobilistico)|Sergio Pérez]] salva l'ottavo posto, [[Daniel Ricciardo]] conclude nono (per la prima volta nei punti) e [[Paul di Resta]] conclude in decima posizione. Per la prima volta due piloti australiani vanno a punti nella stessa gara. La [[Lotus F1 Team|Lotus]], anche se con una nuova denominazione, torna a punti dai tempi del [[Gran Premio del Belgio 1993]].
 
=== Risultati ===
19 047

contributi