Differenze tra le versioni di "Tasso di cambio"

In [[finanza]] e in [[economia internazionale]] è abitudine distinguere tra tasso di cambio:
 
;nominale:Se è quotato "certo per incerto" rappresenta il valore di 1 unità di [[valuta]] nazionale espressa in termini di valuta estera (questa è la convenzione utilizzata da quando è stato introdotto l'euro), se invece è quotato ''"incerto per certo" ''rappresenta il prezzo di 1 unità di una valuta estera espressa in termini di valuta nazionale (questa convenzione veniva invece utilizzata in [[Italia]] con la lira). La sostanziale differenza fra le due convenzioni sta nell'interpretazione di un aumento (diminuzione) del tasso di cambio: con la quotazione "certo per incerto", un aumento (diminuzione) del tasso di cambio corrisponde ad un apprezzamento (svalutazione) della valuta nazionale, poiché aumenta (diminuisce) la quantità di valuta estera acquistabile con una unità di moneta nazionale. Al contrario, con la quotazione ''incerto per certo'' ad un aumento (diminuzione) del tasso di cambio corrisponde una svalutazione (apprezzamento) della valuta nazionale, in quanto aumenta (diminuisce) la quantità di valuta nazionale necessaria per acquistare un'unità di valuta estera. Una conseguenza non evidente di ciò è che nel caso in cui un cambio sia quotato ''"incerto per certo", ''si possono avere svalutazioni superiori al 100%; è possibile verificarlo con un esempio puramente dimostrativo: se il tasso passasse da 0,3 a 1 (servono 3 unità di valuta nazionale per comprare 10 unità di valuta estera) ad 1,2 a 1 (servono 12 unità di valuta nazionale per comprare 10 unità di valuta estera), si avrebbe una svalutazione del 300%, visto che la quantità di valuta nazionale necessaria per acquistare lo stesso quantitativo di valuta estera sarebbe aumentato di 4 volte. Rimanendo nell'esempio, la quotazione ''certo per incerto'' sarebbe passata da 1 a 3,33 (con 10 unità di valuta nazionale si comprano 33,3 unità di valuta estera) ad 1 a 0,83 (con 10 unità di valuta nazionale si comprano ora solo 8,3 unità di valuta estera).
:Un ulteriore esempio può essere fatto utilizzando il cambio dell'[[euro]] rispetto al [[dollaro statunitense]] (cambio [[euro/dollaro]], quotato ''certo per incerto''): se, per ipotesi, il tasso di cambio nominale dell'euro rispetto al dollaro aumentasse (ovvero, se l'euro si apprezzasse), passando da 1 a 0,85 ad 1 a 1 (''parità'' col dollaro) e poi ad 1 a 1,15, avremmo che, inizialmente, per "comprare", ad esempio, mille dollari sarebbe necessario pagare circa 1176 euro, mentre al raggiungimento della parità, per "acquistare" gli stessi mille dollari ci vorrebbero mille euro e, quando infine il cambio euro/dollaro fosse pari ad 1,15, per mille dollari basterebbero circa 869 euro.
:Mantenendo gli stessi rapporti di cambio e usando la quotazione "incerto per certo", avrei che il cambio dollaro/euro sarebbe pari a 1,176 nel primo caso, 1 nel secondo e 0,869 nel terzo.
1 975

contributi