Differenze tra le versioni di "Stadio de la Cartuja"

nessun oggetto della modifica
|annoapertura = 5 maggio 1999
|proprietario = Sociedad Estadio Olímpico de Sevilla S.A.
|usufruttuario = [[Real Betis]] <br> [[Sevilla Futbol Club|Sevilla F.C.Siviglia]]<br>Selezione di Calcio dell'Andalusia<br> (tutti occasionalmente)
|materiale superficie = Erba
|dimensioni_terreno = 105 m x 68 m
Lo '''stadio de la Cartuja''' (in [[Lingua spagnola|spagnolo]] ''Estadio de la Cartuja'') è uno stadio multiuso situato nella città di [[Siviglia]], capitale della comunità autonoma dell'[[Andalusia]] in [[Spagna]]. Il 57% del terreno si trova nel comune adiacente di [[Santiponce]]. Più precisamente è ubicato nell'Isla de La Cartuja, luogo di costruzione del centenario monastero della Cartuja. Nello stesso luogo sono presenti l'Esposizione universale di Siviglia 1992 e il parco a tema Isla Mágica. Lo stadio fu disegnato seguendo i criteri del [[Comitato Olimpico Internazionale|C.I.O.]] in modo da poter ospitare i Giochi Olimpici del 2004 poi assegnati ad Atene, da questo prende il nome di stadio olimpico.
 
Lo stadio è di proprietà della Sociedad Estadio Olímpico de Sevilla S.A., composta per il 40% dalla comunità autonoma dell'[[Andalusia]], per il 25% dal governo spagnolo, il 19% dal comune di [[Siviglia]], 13% dalla provincia di Siviglia. Il restante 3% diviso tra i club del [[Real Betis]] e il [[Sevilla Fútbol Club|Siviglia]] e due casse di credito El Monte de Piedad e la Caja San Fernando.
 
Il costo dello stadio è di 120 milioni di euro.
Utente anonimo