Timoline: differenze tra le versioni

La chiesa primitiva è documentata dal [[XII secolo]] ed è stata rifatta ad [[Aula (chiesa)|aula]] unica nel [[1530]]-[[1532]], intitolata ai [[Cosma e Damiano|santi Cosma e Damiano]]. Nel tempo sono stati aggiunti degli stucchi barocchi. Tra [[1910]] e il 1914 è stata costruita la nuova chiesa (su disegno di Giovanni Tagliaferro) accanto alla vecchia. Quest'ultima verrà usata come deposito, palestra delle scuole elementari, teatro e sala da proiezioni. Nel 2018 il parroco ristruttura la vecchia chiesetta dandogli nuovo lustro e riportando in superficie il pavimento originario e le vecchie epigrafi. oggi si può adibire ad eventi.
 
Gli affreschi cinquecenteschi, origninarioriginari della vecchia parrochiale e ora conservati nella nuova, sono di autore ignoto e si colocano nel solco dei maestri del periodo, in particolare de il [[Il Moretto|Moretto.]] La pala d'altare mostra una [[Deposizione di Gesù|deposizione]] tra i santi Cosma e Damiano. Sullo sfondo si vede la vecchia chiesa e il castello di Timoline. Questa pala è stata spostata nel [[1956]] dalla vecchia alla nuova chiesa; in precedenza la vecchia pala d'altare era un quadro di Antonio Palma probabilmente del [[1756]]. Negli altari minori troviamo un Cristo risorto, un Sant'Antonio abate e una [[Crocifissione di Gesù|Crocefissione]], questa con [[Maria (madre di Gesù)|Madonna]] e [[San Lorenzo]] e sullo sfondo [[Monastero di San Pietro in Lamosa|San Pietro in Lamosa]] con il Corno di [[Provaglio d'Iseo|Provaglio]]. Le mani dei personaggi hanno una strana menomazione alle dita: è possibile che il pittore abbia riprodotto una sua menomazione, a mo' di firma.
 
=== Piazza Franciacorta ===
54

contributi