Differenze tra le versioni di "Andy Warhol"

1 307 byte rimossi ,  1 mese fa
nessun oggetto della modifica
Etichette: Modifica visuale Inserimento di parole incomprensibili Annullato
{{nota disambigua}}
{{nota disambigua||Warhol (disambigua)|Warhol}}
Warhol nacque a [[Pittsburgh]], in [[Pennsylvania]], il 6 agosto del [[1928]], ultimogenito dei tre figli di Ondrej Warhola (che [[Lingua inglese|anglofonizzò]] il proprio nome in ''Andrew Warhola'' poco dopo il suo arrivo negli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]]; [[1889]]-[[1942]]) e di Júlia Justína Zavacká ([[1892]]-[[1972]]), ambedue modesti== immigratirati [[Lemko|lemchi]]<ref>Paul Robert Magocsi, Ivan Pop, [https://books.google.com/books?id=ovCVDLYN_JgC&pg=PA539] University of Toronto Press, 2002</ref><ref>Jane Daggett Dillenberger, [https://books.google.com/books?id=KemglT-1jSIC&pg=PA7 Religious Art of Andy Warhol], Continuum International Publishing Group, 2002, p. 7.</ref> originari di [[Miková]] (un paese situato nell'odierna [[Slovacchia|Slovacchia nord-orientale]]). Warhol mostrò subito il suo talento artistico, e studiò arte pubblicitaria al Carnegie Institute of Technology, l'attuale [[Università Carnegie Mellon|Carnegie Mellon University]] di Pittsburgh. Dopo la laurea, ottenuta nel 1949, si trasferì a New York. La "grande mela" gli offrì subito molteplici possibilità di affermarsi nel mondo della pubblicità, lavorando per riviste come ''[[Vogue (periodico)|Vogue]]'' e ''[[Glamour (periodico)|Glamour]]''. ==
{{Citazione|Nel futuro ognuno sarà famoso in tutto il mondo per 15 minuti|Andy Warhol|In the future everyone will be world-famous for 15 minutes|en}}
{{Bio
|Nome = Andrew
|Cognome = Warhola
|Pseudonimo = Andy Warhol
|PostCognome = '''Jr.'''
|ForzaOrdinamento = Warhol, Andy
|Sesso = M
|LuogoNascita = Pittsburgh
|GiornoMeseNascita = 6 agosto
|AnnoNascita = 1928
|LuogoMorte = New York
|GiornoMeseMorte = 22 febbraio
|AnnoMorte = 1987
|Epoca = 1900
|Attività = pittore
|Attività2 = grafico
|Attività3 = illustratore
|AttivitàAltre = , [[scultore]], [[sceneggiatore]], [[produttore cinematografico]], [[produttore televisivo]], [[regista]], [[direttore della fotografia]] e [[attore]]
|Nazionalità = statunitense
|PostNazionalità = , figura predominante del movimento della [[Pop art]] e uno dei più influenti artisti del [[XX secolo]]
|Immagine = Andy Warhol 1975.jpg
|Didascalia = Andy Warhol nel [[1975]]
}}<ref>{{Cita web|url=http://www.treccani.it/enciclopedia/andy-warhol|titolo=Warhol, Andy nell'Enciclopedia Treccani|sito=www.treccani.it|lingua=it-IT|accesso=2020-04-06}}</ref>
 
== Biografia ==
Warhol nacque a [[Pittsburgh]], in [[Pennsylvania]], il 6 agosto del [[1928]], ultimogenito dei tre figli di Ondrej Warhola (che [[Lingua inglese|anglofonizzò]] il proprio nome in ''Andrew Warhola'' poco dopo il suo arrivo negli [[Stati Uniti d'America|Stati Uniti]]; [[1889]]-[[1942]]) e di Júlia Justína Zavacká ([[1892]]-[[1972]]), ambedue modesti immigrati [[Lemko|lemchi]]<ref>Paul Robert Magocsi, Ivan Pop, [https://books.google.com/books?id=ovCVDLYN_JgC&pg=PA539] University of Toronto Press, 2002</ref><ref>Jane Daggett Dillenberger, [https://books.google.com/books?id=KemglT-1jSIC&pg=PA7 Religious Art of Andy Warhol], Continuum International Publishing Group, 2002, p. 7.</ref> originari di [[Miková]] (un paese situato nell'odierna [[Slovacchia|Slovacchia nord-orientale]]). Warhol mostrò subito il suo talento artistico, e studiò arte pubblicitaria al Carnegie Institute of Technology, l'attuale [[Università Carnegie Mellon|Carnegie Mellon University]] di Pittsburgh. Dopo la laurea, ottenuta nel 1949, si trasferì a New York. La "grande mela" gli offrì subito molteplici possibilità di affermarsi nel mondo della pubblicità, lavorando per riviste come ''[[Vogue (periodico)|Vogue]]'' e ''[[Glamour (periodico)|Glamour]]''.
 
Il 3 giugno [[1968]] una femminista radicale nonché artista frequentatrice della "Factory", [[Valerie Solanas]], sparò a Warhol e al suo compagno di allora, Mario Amaya. Entrambi sopravvissero, nonostante le gravissime ferite riportate da Warhol avessero fatto temere il peggio. Le apparizioni pubbliche di Warhol dopo questa vicenda diminuirono drasticamente: l'artista si rifiutò di testimoniare contro la sua assalitrice e la vicenda passò in second'ordine per via dell'assassinio di [[Robert Kennedy|Bob Kennedy]], avvenuto due giorni dopo.
[[File:BMW M1 Art Car.jpg|miniatura|[[BMW M1]] realizzata da Warhol nell'ambito del progetto [[BMW Art Car]] nel 1979<ref>{{Cita web|url=http://www.artcar.bmwgroup.com/en/art-car/text/Andy-Warhol-BMW-M1-1979-1383.html|titolo=Andy Warhol BMW M1, 1979|sito=www.artcar.bmwgroup.com|accesso=7 giugno 2017}}</ref>]]
Morì a 58 anni a New York il 22 febbraio [[1987]], in seguito a un intervento chirurgico alla [[cistifellea]], dopo aver realizzato ''Last Supper'',aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ANDREA ZELIONCHIN ispirato all<nowiki>'</nowiki>''[[Ultima Cena (Leonardo)|Ultima Cena]]'' di [[Leonardo da Vinci]], opera esposta alla mostra di inaugurazione della Galleria del [[Credito Valtellinese]] in Palazzo delle [[Stelline]] a [[Milano]].<ref>{{Cita web|url=https://cenacolovinciano.org/story/the-last-supper-recall/|titolo=THE LAST SUPPER RECALL|sito=Cenacolo Vinciano|accesso=8 febbraio 2021}}</ref> I funerali si svolsero a Pittsburgh, sua città natale, e a New York venne celebrata una messa di suffragio. Nella primavera del 1988, 10.000 oggetti di sua proprietà furono venduti all'asta da [[Sotheby's]] per finanziare la "Andy Warhol Foundation for the Visual Arts". Nel 1989 il [[Museum of Modern Art]] di [[New York]] gli dedicò una grande retrospettiva.
 
Dopo la morte, la fama e la quotazione delle opere crebbero al punto da rendere Andy Warhol il "secondo artista più comprato e venduto al mondo dopo [[Pablo Picasso]]".<ref>{{Cita|Thompson|p. 101}}.</ref> Il fratello Paul Warhol, allevatore di polli che non aveva mai posseduto "un particolare talento per l'arte, utilizzò la tecnica di Andy di ricavare stampe da fotografie". In tal modo riuscì a vendere poster di lattine di fagioli e "una serie di opere d'arte con la sua firma, realizzate facendo camminare delle galline sulle tele dopo averne immerso le zampe in [[Pittura acrilica|colori acrilici]]".<ref>{{Cita|Thompson|p. 109}}.</ref>
Utente anonimo