Differenze tra le versioni di "Maciste"

5 byte aggiunti ,  5 mesi fa
(meno link agli anni e link ripetuto)
Il personaggio di Maciste fu inventato da D'Annunzio<ref name="Trecc2" /> nel primo decennio del 1900, sulla base degli eroi forzuti e valorosi della [[mitologia greca]]. La figura di Maciste rappresenta quella di un giovane dalla forza sovrumana, paragonabile a [[Sansone]]<ref name="Sanson">{{cita libro | autore=Lino Aulenti | editore=libreriauniversitaria.it | anno=2011 | p=15 | titolo=Storia del cinema italiano | ISBN=978-88-6292-108-4}}</ref>, in grado di distruggere qualsiasi cosa e di ridurre tutto in briciole, ma dal cuore tenero. Infatti il suo compito, come molti eroi del passato, è quello di proteggere l'umanità e in particolar modo le belle fanciulle in pericolo.
 
A capire che il personaggio poteva vivere di luce propria fu lo stesso Pastrone che già nel 1915 scrisse una sceneggiatura interamente dedicata all'eroe forzuto per il film [[Maciste (film)|Maciste]]. A partire da ''Cabiria'' del 1914 fino a ''[[Maciste all'inferno (film 1926)|Maciste all'Inferno]]'' del 1926, fu interpretato, in una quindicina di film, dal possente e corpulento [[Bartolomeo Pagano]].
 
Nei primi film la storia ruota sempre attorno al rapimento di una rampolla di nobile famiglia da parte di una banda di malviventi e il compito di Maciste, giramondo famoso per la sua possente forza, è quello di sgominare i ladri e i truffatori e infine di salvare la ragazza. L'elemento chiave di ciascun film è l'avventura, gli equivoci e i momenti di massima tensione.
2 051

contributi