David George Ritchie: differenze tra le versioni

Di natura semplice e sincera, Ritchie perseguì le verità che si era proposto con devozione e dedizione. Ebbe molti amici nonostante il suo carattere riservato. Ritenne che questioni di etica e di politica dovessero essere esaminate da un punto di vista metafisico. Per Ritchie le fondamenta dell'etica posavano necessariamente sull'ideale di benessere sociale e, tenendo in vista questo fine, procedette a tracciarne la storia in tempi diversi, il modo in cui si modella nella mente di ogni individuo e il modo in cui può essere sviluppato e realizzato. Ritchie fu un liberale moderno con tendenze socialiste ritenendo inoltre che il valore finale della religione dipendesse sull'ideale impostato per l'umanità nella sua forma più alta.<ref name="Haldane"/>
 
In Italia, le sue opere sono state tradotte e curate da Antonio Lombardi e Gabriele Zuppa. Lombardi ha anche prodotto la prima monografia in italiano su Ritchie<ref>{{Cita web|url=https://www.ibs.it/david-george-ritchie-darwinista-hegeliano-libro-antonio-lombardi/e/9788874707867|titolo=David George Ritchie. Un darwinista hegeliano nell'Inghilterra vittoriana - Antonio Lombardi - Libro - Edizioni di Pagina - Biblioteca filosofica di Quaestio {{!}} IBS|sito=www.ibs.it|accesso=2021-05-05}}</ref>.
 
== Opere ==
Utente anonimo