Urbanista: differenze tra le versioni

104 byte aggiunti ,  1 anno fa
→‎Italia: Competenze pianificazione territoriale post riforma DPR 328/2001
(Fix link)
(→‎Italia: Competenze pianificazione territoriale post riforma DPR 328/2001)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
La figura ufficiale del Pianificatore e Urbanista in Italia ha una lunga tradizione. Già con la legge istitutiva delle figure di Ingegnere e Architetto<ref>Legge 24 giugno 1923, n. 1395, ''Tutela del titolo e dell'esercizio professionale degli ingegneri e degli architetti''</ref> e con il relativo regolamento di attuazione<ref>Regio Decreto 23 ottobre 1925, n. 2537, Approvazione del regolamento per le professioni d'ingegnere e di architetto</ref> si attribuiva ad ingegneri ed architetti le competenze esclusive di tale professione. Più tardi, nel 1992,<ref>Legge 10 febbraio 1992, n. 152</ref> anche la figura del Dottore Agronomo e Dottore Forestale acquisisce talune prerogative legate alla [[pianificazione territoriale]] e all'[[urbanistica]].
 
A partire dal 2001, con l'attuazione della riforma degli ordinamenti universitari e degli albiordini professionali, (DPR 328/2001) le competenze di urbanista e pianificatore territoriale - fatte salve le competenze precedentemente acquisite da ingegneri civili ed architetti iscritti all'Ordine prima della riforma - sono riconosciutecompetenza esclusiva dei pianificatori agliterritoriali iscritti all'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori sezione A e al settore "Pianificazione"B, dellaalla sezione B, agli iscritti al settore "CivileB ed Ambientale"ai didottori entrambe le sezioni dell'Ordine degli Ingegneri ed agliagronomi iscritti all'Ordine deglidei Dottori Agronomi e Forestali.
 
== Note ==
Utente anonimo