Differenze tra le versioni di "Lege agere"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  5 mesi fa
m
Necessaria era la presenza delle parti e di un magistrato che avesse giurisdizione, ovvero la "iuris dictio".
 
Il magistrato che aveva giurisdizione, dal 367 a.C., grazie alla ''[[Leges Liciniae Sextiae]]'', fu il [[Pretore (storia romana)|pretore]], il quale poteva assegnare il possesso provvisorio, nominare il giudice e svolgere altre importanti funzioni (soltanto dopo lo sviluppo del processo formulare nell’età repubblicana: esempio ne è la b''onorum possessio di'' di diritto onorario, non civile).<ref name=":0">{{Cita libro|autore = Matteo Marrone|titolo = Manuale di diritto privato romano|anno = 2004|editore = G.Giappichelli Editore|città = Torino|p = 32|capitolo = Il processo|ISBN = }}</ref>
 
Gli [[Incapacità|incapaci]] erano sostituiti dal loro ''[[tutore (diritto)|tutor]]'' o ''[[curator]]''. Nei [[processo di libertà|processi di libertà]] la persona il cui status era controverso veniva necessariamente sostituita dall<nowiki>'</nowiki>''[[adsertor in libertatem]]''.
654

contributi