Differenze tra le versioni di "Presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana"

nessun oggetto della modifica
m (+typo fix)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Annullato
La carica non è elettiva ma viene assegnata dal [[Presidente della Repubblica Italiana|Presidente della Repubblica]] ai sensi dell'articolo 92 della [[Costituzione della Repubblica Italiana|Costituzione]],<ref>Cfr. art. 92 Cost.: «Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e, su proposta di questo, i ministri.»</ref> che non richiede particolari requisiti necessari per tale nomina.<ref>L'incarico ad esempio può essere ricoperto anche da chi non sia un [[parlamentare]]: fu per primo il caso di [[Carlo Azeglio Ciampi]], un indipendente, che nell'ambito della [[XI legislatura della Repubblica Italiana|XI legislatura]] ricevette dall'allora presidente della Repubblica [[Oscar Luigi Scalfaro]], il conferimento dell'incarico di formare il [[Governo Ciampi|50º governo]] ([[Governo di scopo|qualificabile come "di scopo"]]) della Repubblica per emanare una nuova [[Legge Mattarella|legge elettorale detta "''Mattarellum''"]], in previsione delle [[Elezioni politiche italiane del 1994|elezioni politiche del 1994]]. Dopo il [[Governo Ciampi]], furono scelti degli indipendenti anche per i governi [[Governo Dini|Dini]], [[Governo Prodi I|Prodi I]], [[Governo Amato II|Amato II]], [[Governo Prodi II|Prodi II]], [[Governo Monti|Monti]], [[Governo Conte I|Conte I]], [[Governo Conte II|Conte II]] e [[Mario Draghi|Draghi]].</ref> Il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei Ministri e su proposta di esso nomina i [[Ministro della Repubblica Italiana|Ministri della Repubblica]]. Il governo quindi deve ricevere la fiducia di entrambe le Camere.
 
Dal 13 febbraio 2021 il presidente del Consiglio dei ministri è [[Marioat Draghimic]].
 
== Storia ==
Utente anonimo