Differenze tra le versioni di "Novgrad"

m
WPCleaner v2.04 - Fixed using WP:CW (Caratteri di controllo Unicode)
m (WPCleaner v2.04 - Fixed using WP:CW (Caratteri di controllo Unicode))
Nell'estate del 1868, i Voivodi Hadji Dimitar e Stefan Karadja erano a capo di un distaccamento di quasi 130 persone. Il piano preliminare prevede, dopo il trasferimento delle terre bulgare, una rivolta da dichiarare e il distacco che serva da catalizzatore per un movimento di liberazione generale.
 
Terminati i preparativi preliminari, i guerriglieri si sono radunati nel villaggio rumeno di Petrushan, trasferiti su una piccola isola sul Danubio, e da lì il 18 luglio hanno raggiunto la costa bulgara con una nave chiusa. Il punto di attraversamento è a ovest della foce del fiume Yantra presso il Bostan Coria, vicino alla zona di Yankovo ​​GarloGarlo. A quel tempo il terreno circostante era una pianura paludosa ricoperta di canneti, che a sud si confonde con la valle del fiume Studena. Come furono notati dai turchi durante lo sbarco, i voivodi tenevano un consiglio militare, in cui si decise di non dichiarare una rivolta, ma di interrompere il telegrafo tra Ruse e Svishtov e di raggiungere i Balcani il prima possibile. Da qui inizia la loro battaglia di sacrificio, che è passata attraverso battaglie a Karaisen, Karapanova koria, Vishovgrad, Kanladere, Buzludzha.
 
In occasione del centenario di questi grandi eventi, nel 1968 fu svelato un grande obelisco nel luogo in cui il distaccamento mise piede sulla costa bulgara.
204 785

contributi